×

Un San Valentino da Cracco: il menù e quanto costerebbe

Condividi su Facebook

Il menù di San Valentino pensato dallo chef Carlo Cracco, scopriamo insieme cosa prevede e quanto costa.

cracco menu san valentino
cracco menu san valentino

Carlo Cracco non poteva non lasciarsi ispirare dalla magia di San Valentino per creare uno dei suoi menù. Ne è uscito fuori un menu passionale pronto da essere gustato col partner fatto di sensuali capesante, frutto della passione e un tocco di peperoncino.

Vediamo insieme ogni singola portata e soprattutto scopriamo quanto ci costerebbe.

Il menù di Cracco per San Valentino

Al Ristorante Cracco è tutto pronto per San Valentino, grazie al menù speciale pensato dallo chef più amato d’Italia. La prima grande novità da segnalare è che il pranzo non verrà servito nel Ristorante Cracco, bensì nel Caffè Cracco in Galleria. Seconda novità è l’orario. Essendo imposta la chiusura alle 22:00 Carlo Cracco ha pensato ad un pranzo piuttosto che ad una cena.

Orario di apertura quindi dalle 12:00 alle 14:30 e al tavolo massimo 4 persone.

Il menù passionale pensato dallo Chef Stellato Carlo Cracco prevede quattro portate.

Si inizia il pranzo con un aperitivo di benvenuto a cui seguiranno gli antipasti: insalata di capesante, frutto della passione, pesto di crescione e puntarelle. Stimolate per bene le papille gustative ci si prepara al pranzo vero e proprio con colorati gnocchi di barbabietola, ragù di baccalà, agretti e peperoncino per poi passare ad un controfiletto di manzo, polentina fritta, cime di rapa ripassate, patate ratte e purea di broccoli e lime.

Per concludere il pranzo il vostro cuore si riscalderà con un dolce di San Valentino. Una mossa astuta visto che il dolce vi renderà senza dubbio meno brusco il prezzo finale del vostro pranzo: 300€ a coppia. Non alla portata di tutti, ma siamo stati così tanto tempo a casa che chi può non potrà non lasciarsi tentare.

L’opzione B firmata Carlo Cracco

Poiché è la festa dell’amore e Carlo Cracco quando vuole sa essere buono e non sempre cattivo come nel noto talent che l’ha reso popolare, eccovi pronta l’opzione B, il menù di San Valentino proposto da Villa Terzaghi, la Scuola di cucina promossa dall’Associazione Maestro Martino presieduta dallo chef Carlo Cracco.

La definiamo opzione B solo per funzionalità, ma a leggere il menù è tutto fuorché opzione B!

Anche qui è previsto un pranzo e non una cena, e le portate qui sono 5.

Previste nel menù l’aperitivo con chips di riso al gusto zafferano, barbabietola e pepe nero, accompagnate da Amortentia, il cocktail realizzato con l’amaro bianco e il gin dello chef Carlo Cracco, bitter, succo di pompelmo, succo di limone, sciroppo di lamponi, zenzero. All’aperitivo segue l’antipasto a base di panino al vapore con trota affumicata a freddo del parco del Ticino, caviale di melograno, zenzero croccante e polvere di cime di rapa. Poi il primo: tortelli di barbabietola ripieni di ricotta e castagne, con ragù bianco al profumo di rosmarino. Segue poi il filetto di vitello con millefoglie di patate e salsa al vino rosso. Infine anche qui il dolce dessert by il nostro amato Carlo Cracco con i suoi “baci di Cracco”. Il tutto ha un costo decisamente più fattibile: 50€ a persona, vini però esclusi. Insomma se non è ancora chiaro Carlo Cracco vuole passare il San Valentino con voi, gli si può mai dire di no?

Leggi anche

Contents.media