×

I nuovi ristoranti stellati di Milano da provare: dove si trovano

Un viaggio nell’olimpo della haute cuisine: tra autenticità e contemporaneità. I ristoranti stellati che bisogna conoscere per forza

Dove si trovano i migliori ristoranti stellati di Milano? La guida

L’esplosione dei costi energetici non ferma gli investimenti programmati da tempo: riprende il flusso delle new entry enogastronomiche.

I migliori ristoranti stellati Milano

Recentemente, Antonella Ricci e il marito Vinod Sookar hanno aperto un nuovo ristornate in via Sottocorno, a Milano.

Si chiama Ricci Osteria 1966 e rappresenta un autentico angolo di Puglia. La coppia per anni ha gestito a Ceglie -Brindisi- il ristorante di famiglia, stellato già dal 1991. La cucina della chef made in Puglia ha l’obiettivo di far sentire gli ospiti in un angolo di casa, dove si respira l’aria del Tacco d’Italia.

Andrea Aprea, lo chef del Vun, hotel Hyatt, lascia il Park Hyatt per aprire un suo ristorante in corso Venezia, dentro un museo che sta per nascere (dell’Arte Etrusca), con vista sui Giardini Montanelli.

Il nuovo ristorante dell’Hyatt si chiama Pellico 3 ed è guidato dal giovane chef Guido Paternollo.

Lo scorso mese a Milano ha aperto Horto, con la supervisione in cucina di Norbert Niederkofler, tre stelle altoatesino, mitico chef filosofo che “cucina la montagna” e cercherà di proporre ingredienti del territorio lombardo. Situato in cima al Medellan, nuovo centro multifunzione in Cordusio, garantisce una visione sui tetti del centro. I fratelli Cerea guadagnano tre stelle con DaV Milano a CityLife.

Il menù offre piatti deliziosi, ottime pizze e cocktail straordinari.

L’Executive Chef Roberto Conti dopo aver lasciato la cucina del ristorante Trussardi ha deciso di aprire Corner 58, in zona Argonne.

In via Cantù ha aperto Sophia Loren Restaurant. Il locale è frequentato da vip: serve pizze e piatti di pesce.

Ristoranti stellati Milano: i nuovi etnici e le prossime inaugurazioni

Tra i nuovi etnici (spagnoli, giapponesi, cinesi, colombiani) emergeMarcel Boum, un’operazione a forte caratterizzazione umanitaria voluta da Gaia Trussardi e realizzata assieme a Cesare Battisti: immigrati e rifugiati di vari Paesi producono in via Savona ottimi cibi di strada africani.

Non è un ristorante, bensì un takeaway con pochi tavolini fuori e una grande anima.

Questo autunno-inverno, Casa Cipriani aprirà in zona Porta Venezia, mentre Ferragamo inaugurerà il suo albergo e ristorante aprendo al pubblico un inedito passaggio tra corso Venezia e una traversa. Emergono anche il bistrot Mosso, nuova impresa del gruppo Olinda al Parco Trotter; il chiosco di Mimì di piazza Baiamonti e il Pastificio Ratanà in via Pastrengo.

LEGGI ANCHE: Salt Bae apre a Milano? Cosa sappiamo

Leggi anche

Contentsads.com