×

Lo chef La Mantia chiude il suo ristorante a Milano: “Aiuti inutili”

Condividi su Facebook

Lo chef La Mantia il prossimo 31 gennaio chiuderà il suo ristorante a Milano per sempre: "Misure di aiuto inutili" la denuncia.

la mantia chef milano
la mantia chef milano

Lo chef La Mantia chiude il suo ristorante a Milano. La crisi della pandemia lo ha schiacciato e le misure di aiuto sono state insufficienti per far restare in vita il suo ristorante. Un messaggio, quello dello chef, che però non comporta un addio definitivo da Milano.

Lo chef La Mantia chiude a Milano

Lo chef La Mantia lo scorso 31 gennaio è stato costretto a chiudere il suo ristorante in Piazza Risorgimento a Milano. Una decisione sofferta determinata esclusivamente dalla crisi innescata dal Covid e dalla mancanza di aiuti sufficienti a garantirgli la salvezza dell’attività.

Fino a febbraio 2020 l’attività andava bene. Poi il Covid è arrivato e con il virus sono arrivate anche“ le chiusure, le riaperture, le restrizioni, le messe in sicurezza, i centinaia di migliaia di euro spesi per sanificazione, distanziamento” che hanno messo in crisi il ristorante.

Nonostante il vostro grande e costante supporto non riesco a portare avanti un’attività così importante e complessa spiega lo chef. Un addio? Certo che no, assicura La Mantia. “Per fortuna non è un addio, ma solo un arrivederci a presto.” spiega lo chef che nel mentre continuerà a portare il buono della cucina siciliana nelle case dei milanesi tramite il delivery sviluppato su cosatiporto.

Mentre per chi vorrà ritornare a pranzare comodamente seduto al tavolo del ristorante dello chef La Mantia, dovrà solo avere un po’ di pazienza, il tempo di “risolvere tutte le beghe amministrative e burocratiche che ogni chiusura comporta e ci ritroveremo in un altro luogo, sempre a Milano, a raccontarci quello che è stato e quello che sarà” rassicura La Mantia.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Contents.media