×

La Mantia chiude a Milano, colpa del Covid: “Più uscite che entrate”

Condividi su Facebook

Chiude un altro ristorante di Milano e ad annunciarlo è lo stesso Filippo La Mantia: i costi sono maggiori delle entrate per colpa del Covid-19.

Un altro triste annuncio arriva dal mondo della ristorazione meneghina. Anche il ristorante di Filippo La Mantia a Milano chiude: a dare il triste annuncio è il proprietario stesso. Così il Covid-19 continua a mietere vittime, ma lo chef non si da per vinto ed è pronto ad acquistare un altro locale, magari più piccolo.

La Mantia a Milano chiude

Arriva così all’improvviso la triste notizia dell’ennesimo ristorante di Milano costretto a chiude – proprio come il caffè letterario – dopo la crisi sanitaria che si è dimostrata essere molto di più. Filippo La Mantia ha annunciato la chiusura del suo ristorante a sorpresa, durante la trasmissione In Onda su La7. Una scelta dolorosa ma necessaria visti i risvolti dell’ultimo periodo. Lo aveva detto fin da subito che la riapertura sarebbe stata un massacro, ma la realtà si è mostrata peggiore di così.

Le entrate non compensano le uscite che a volte sono quasi il doppio dei guadagni.

Entrando nei dettagli La Mantia ha parlato di cifre: 28mila euro al mese di affitto che erano stati dimezzati dai proprietari per due mesi. Quando la cifra è tornata quella piena gli incassi non bastavano più e la situazione è diventata completamente ingestibile. Le entrate calano, ma le spese rimangono quelle. Lo chef spiega di aver perso il 40% delle entrate, ma non ha perso la speranza.

Si dice pronto a trovare un altro locale, magari più piccolo, per non abbandonare la propria passione e il sogno realizzato.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche