×

Fatto Bene, l’atelier degli hamburger a Milano

Condividi su Facebook

Da Fatto Bene a Milano si possono mangiare degli hamburger di ottima qualità cucinati con materie prime di alto livello.

Fatto Bene è un brand del tutto italiano, che nasce proprio nel cuore di Milano. L’idea arriva dall’unione delle menti di un team di esperti nel campo del cibo e della ristorazione. Il loro obiettivo è quello di offrire a cittadini e turisti un hamburger all’italiana, composta da ottimi ingredienti e da materie prime di alta qualità, così come la preparazione e il servizio.

Il tutto conciliato in ricette della tradizione, ma allo stesso tempo innovative.

Non per questo ci troviamo davanti a un classico ristorante, ma siamo all’interno di uno di quelli che chiamano fast casual restaurant: la nuova concezione di ristorazione che soddisfa le esigenze di oggi. Un’eccezionale food experience in un ambiente moderno, accogliente e confortevole, che non cade negli stereotipi del fast food.

Fatto Bene, il regno degli hamburger

Il Fatto Bene lo potete trovare in due diverse parti della città: in via Michelangelo Buonarroti 8 e in via Vincenzo Monti 56. L’ambiente interno, presso entrambi gli indirizzi, non ha particolari fronzoli. Si tratta di un arredamento semplice, con i toni chiari, che risalta solamente le portate che ci saranno servite nei piatti.

La particolarità di questo che viene definito l’atelier degli hamburger, è nascosta dietro la collaborazione con alcuni fornitori.

Ciò a cui si tiene di più è infatti un rapporto di fiducia con essi, che sono principalmente due. Il primo è la Macelleria Oberto che da più di cinquant’anni si occupa di selezionare i migliori capi di femmina di razza piemontese. In questi allevamenti viene rispettata la natura e il territorio. Il secondo fornitore è il Panificio Grazioli, nel settore dal 1973. Utilizzano esclusivamente farine integrali macinate a pietra da agricoltura biologica, lievito madre e malto da germinazione d’orzo.

Il menu: cosa ordinare

Il menu di Fatto Bene presenta diverse alternative per accontentare ogni cliente. Dagli spuntini ai piatti freddi si incontra la sezione per i bambini e quella vegetariana. Ma andiamo per ordine. Cominciamo dagli hamburger definiti classici, che comprendono: l’Italian Job con carne di Fassona, stracciatella, broccoli al vapore, filetti di acciuga e briciole di pan frisella; l’O Famo Strano che alla carne abbina carciofi, pecorino, menta, uovo all’occhio di bue e maionese delicata.

Successivamente troviamo alcuni panini particolari, come per esempio il Polp Fiction con tentacoli di piovra scottati, stracciatella, friarielli e pesto, il tutto racchiuso in pane ai cereali. Oppure il Tartare Burger che ovviamente avvolge tra due fette di pane ai cereali della carne di Fassona cruda, olio, sale, pepe, avocado, pomodorini secchi e dressing allo yogurt.

Il pieno stile veggie il personale propone un burger vegetale di verdure grigliate con squacquerone, spinaci al vapore e patè di olive taggiasche, o un panino con burger di broccoli e kale con pecorino, uovo all’occhio di bue, cuore di lattuga e salsa piccante. Infondo al menu troviamo anche alcuni dessert per concludere il pasto: una sfera di cioccolato fondente con cuore morbido, un semifreddo al caffè e una cheesecake ai frutti di bosco.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche