×

Lux gourmet social club, pizzeria e ristorante a Milano

Condividi su Facebook

Giorgio Gramegna è l'ex concorrente di Masterchef che ha aperto insieme a Romeo Seintoulach il Lux Gourmet Social Club.

Il Lux Gourmet Social Club è un ristorante e pizzeria di Milano, vicino via Padova. Lux sta per Luxury, ma un lusso alla portata di tutti. Gourmet perché ci troviamo davanti a una cucina innovativa e ricercata, al di sopra delle righe.

Infine Social Club, perché porta alla luce le Social Dinner, poco conosciute in Italia. Il tutto nasce da un progetto di Giorgio Gramegna, ex concorrente dello show televisivo Masterchef.

Lux Gourmet Social Club

Giorgio Gramegna è un imprenditore che ha partecipato all’edizione del 2012 d Masterchef. Ha ideato il Food Pornography, un sito di cucina che da particolare attenzione al lato sensuale ed emozionale del cibo, espresso attraverso le fotografie.

Al Lux è affiancato da Romeo Seintoulach, un mastro pizzaiolo che ha lavorato per molti anni all’interno di una famosa catena. Nel menu ha portato il suo particolare impasto con lievito di birra e 48 ore di lievitazione. Da qui prende vita la classica pizza napoletana, con un cornicione bello alto e fragrante.

Il menu ha poche portate, ma fatte bene. Gli ingredienti ricercati sono accostati e cucinati in modo da valorizzare le eccellenze gastronomiche del territorio.

Tra le voci della carta troviamo piatti must dello chef Gramegna, mentre le pizze sono divise tra gourmet e sfiziose. La magia si svolge all’interno di un locale semplice, in cui la fanno da padrone il bianco e il marrone scuro. Proprio di legno scuro sono fatti tutti gli arredi, compresi i tavoli e le sedie. I muri bianchi vedono qua e la alcune insenature in cui sono ordinati i vini della casa.

La luce viene fuori da un taglio tra il soffitto e le pareti.

Cosa si mangia: il menu

Il menu della parte ristorante comincia ovviamente con gli antipasti. Tra questi uno dei cavalli di battaglia che hanno reso famoso lo chef: un uovo cotto a bassa temperatura con spuma di parmigiano e sale al tartufo pregiato. A questo si aggiunge una tartare di filetto di manzo tagliata a punta di coltello e arricchita con noci, germogli piccanti, miele e caffè.

Tra le classiche olive ascolane, le patatine e prosciutto e melone, spunta qualche altra proposta particolare, come la waffle cup di mais con guacamole, tartare di pomodoro e cuore di bue e gamberi.

Subito dopo ci imbattiamo nella selezione dei primi. Il primo della fila è un piatto di risotto espresso con salsa di pecorino romano, arricchito da un mix di sette pepi e zeste di lime. Poi uno spaghetto fresco fatto in casa con pesto di rucola e mandorle, con frutti rossi, oppure della polenta di riso macinata a pietra con burro affumicato, spuma di parmigiano, scaglie di tartufo nero pregiato. Concludiamo con i secondi che possono essere sia di carne che di pesce, ma anche vegetariani. Quindi troviamo un filetto di manzo in crosta di cereali con salsa al gorgonzola, la cevice di salmone con guacamole, pomodorini, salsa di mango, cipolla marinata sottovuoto e una simil parmigiana con chips di melanzana, mozzarella di bufala, chutney di pomodorini e spuma di parmigiano.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche