×

AutEntico, nasce il vino di PizzAut: l’idea di Elio e le Storie Tese

Il cantante del gruppo 'Elio e le storie tese" e il presidente di PizzAut Nico Acampora si sono recati a Cossignano dal vignaiolo Paolo Beretta

AutEntico, nasce il vino di PizzAut: l'iniziativa che punta sulla qualità

Per sostenere l’apertura della seconda pizzeria italiana gestita da ragazzi autistici, che aprirà tra qualche mese a Monza, nasce Autentico, il vino di PizzAut.

La trasferta a Cossignano per la creazione di AutEntico: il vino di PizzAut

Biologico, composto per il 40% da uva Montepulciano e per il 60% da uva Sangiovese.

L’idea è venuta a Stefano Belisari, il frontman di Elio e le Storie Tese, grandissimo sostenitore del progetto PizzAut.

Il cantante ha portato il presidente di PizzAut Nico Acampora a Cossignano -Ascoli Piceno- per presentargli il vignaiolo Paolo Beretta, dell’azienda agricola Fiorano. “Ho un legame affettivo con Cossignano perché è il paese di mio nonno, quello da cui lui partì ormai quasi cento anni fa per cercare fortuna – racconta Elio in un video postato sui canali social della pizzeria gestita da ragazzi autistici – È bello tornare qui per fare delle cose importanti.

Sono da tempo sostenitore di PizzAut e so che è un’iniziativa che punta sulla qualità, oltre che sulla sostenibilità”.

Dove acquistare il vino AutEntico di PizzAut

Le bottiglie di Autentico sono numerate e prodotte in edizione limitata. Inoltre, le etichette sono state realizzate da Leo Acampora -il figlio di Nico, che è autistico e ha ispirato l’intero progetto PizzAut- e Dante Belisari -il figlio di Elio- che all’Arena Fiera di Bergamo, durante il concerto del padre, è salito sul palcoscenico per urlare al mondo Sono autistico e ne vado fiero“.

Nico Acampora spiega: Ai due ragazzi è stato chiesto di disegnare la felicità, ed entrambi hanno disegnato la famiglia. 

Entro la fine di ottobre sarà possibile acquistare il vino Autentico presso il ristorante di Cassina de’ Pecchi e dal mese di novembre online sul sito www.pizzaut.it e nei punti vendita di Coop Lombardia

Acampora conclude: “Si tratta di un rosso che fa bene in tutti i sensi, dato che il ricavato della vendita delle bottiglie contribuirà a finanziare l’apertura del nostro secondo locale a Monza, che darà lavoro a 25 ragazzi autistici”.

LEGGI ANCHE: Nei locali “Doppio Malto” di Milano arriva il ‘burger sospeso’: l’iniziativa

Leggi anche

Contentsads.com