×

Dehors locali Milano: in scadenza le concessioni gratuite

La data in questione è il 31 dicembre. Confcommercio: "Il Comune dia la proroga"

Dehors via Vittor Pisani, Milano

Le concessioni gratuite per i dehors di bar e ristoranti termineranno il 31 dicembre 2021.

Dehors locali Milano, Stoppani: “Chiediamo una proroga”

Il presidente dell’Epam, Lino Stoppani, annuncia “È già tardi, il Comune deve spiegarci che cosa accadrà dal primo gennaio.

Chiediamo una proroga, perché i tavolini all’aperto da un lato hanno strappato molti commercianti da una crisi nera, dall’altro hanno portato decoro, vitalità e sicurezza alla città“.

Tra il 2020 e il 2021 sono stati concessi circa 2.500 permessi per fronteggiare l’emergenza Covid-19: sedie e ombrelloni, nonostante l’arrivo dell’inverno, gradirebbero rimanere in postazione. “Anche pagando il giusto” precisa Stoppani, dato che si spera che l’emergenza sanitaria possa presto diventare un lontano ricordo.

E conclude: “non si possono più pretendere totale semplificazione e gratuità”.

Dehors locali Milano: utili per chi è sprovvisto di Green Pass

Sicuramente, a meno che il governo non proroghi lo stato di emergenza, andrà stabilita una cifra da pagare. L’assessora allo Sviluppo economico Alessia Cappello garantisce “Ci stiamo lavorando, presto incontrerò le associazioni di categoria“.

Il titolare del Nhero Milano di via Vittor Pisani e del ristorante Caral di via Marghera, Massimo Fogliati, sottolinea “Molti vogliono star fuori anche perché non hanno il Green Pass”.

Due i parcheggi occupati dai plateatici. E conclude “Abbiamo già i progetti pronti per acquistare le lampade riscaldanti, ma sono investimenti che non possiamo fare se restiamo appesi fino all’ultimo”.

Matteo Denti, proprietario di “Tutti fritti” ha una trentina di tavoli fuori: “Per gestire il servizio ho preso due dipendenti in più, anche a loro devo pur dire se rinnoverò o meno il contratto”. E aggiunge Se ci viene chiesta una tassa equa è giusto, il beneficio che le nostre attività traggono dai dehors è grande, così come è alto il rischio di perdere molti clienti qualora non ci rinnovassero le concessioni”.

Dehors locali Milano: le parole di Squeri

Carlo Squeri, segretario dell’Epam, dichiara: “Chiediamo che quanto incassato dal Comune con il pagamento di queste concessioni temporanee vada ad abbattere la Tari soltanto di chi, per motivi ad esempio di spazio, non ha potuto usufruirne ed è rimasto fortemente penalizzato”.

Il Comune manterrà il regolamento approvato dal Consiglio comunale a dicembre del 2020 o inasprirà le norme per andare incontro ai residenti?

LEGGI ANCHE: Corso Garibaldi e Corso Como: i dehors sono tutti sold out

Leggi anche

Contents.media