×

Becho: il bistrot eco sostenibile a Milano

Condividi su Facebook

Patrick Kreidl, l'appassionata chef di Becho, propone ogni giorno piatti diversi che mescolano al cucina dell'Alto Adige a quella asiatica.

Becho è un’enoteca con cucina e drogheria situato in zona Tortona a Milano. Il nome completo del locale è “BeCho, best choiche we have ever made”, ovvero “la migliore scelta che abbiamo mai fatto“. Si tratta di un cosmopolitan bistrot e market sostenibile dove trovare cibo e produttori che rispettano il pianeta.

BeCho: Best Choice a Milano

Situato in via Savona 7, Becho è un ristorante bistrot contemporaneo che nasce da un’idea dei proprietari di Gesto, una serie di locali a Milano, Bologna, Firenze, Perugia e Padova. Patrick Kreidl è lo chef che ha ideato il menu e che guida la cucina. Egli è esperto di cucina etnica grazie alle sue numerose esperienze all’estero. Il locale è aperto tutti i giorni dalle 12 all’una di notte.

L’ambiente è curato e informale e alterna tonalità scure e oro aggiungendo qualche neon e scritta sui muri. Tutto il locale è all’insegna della sostenibilità. Le bacchette sono riutilizzabili e il coperto è ridotto all’essenziale per evitare gli sprechi.

becho

Il menu fusion di BeCho

Lo chef Patrick Kreidl, appassionato di cucina fusion, riesce a combinare nei suoi piatti i sapori dell’Alto Adige alla cucina asiatica. Tra i piatti si trova una grande varietà di proposte del giorno, attente alla stagionalità e all’alimentazione sostenibile. Ogni giorno vengono scelti i migliori ingredienti che rispettano l’ecosistema. Ad esempio la carne proviene da allevamenti Circle C. Il pesce è invece pescato prevalentemente in Italia, o con certificazione Friends of the Sea.

L’obbiettivo è quello di minimizzare ogni giorno gli sprechi, lavorando al massimo le materie prime. “Scegliamo ogni giorno di offrire un market sostenibile con prodotti che vengono preparati e lavorati direttamente dalla nostra cucina o provengono da piccole realtà che seguono la nostra filosofia“, affermano i proprietari. “Scegliamo ogni giorno di offrirvi la possibilità di scegliere e di fare sicuramente la scelta migliore“.

Tra le proposte no waste del menu possiamo trovare la battuta di fassona, con insalata romana, limone e nocciola, al prezzo di 9 euro.

Imperdibile la selezione di pesci marinati a 18 euro. Per gli amanti del pesce crudo si può assaggiare invece la tartare di tonno con puntarelle, salsa yuzu e tartufo. Le origini alto atesine dello chef emergono poi in alcuni piatti, come le pennette alla contadina e i canederli di pane napoletano con rafano e aglio orsino. A pranzo è presenta anche una selezione di sandwich dagli 8 agli 11 euro.

b

I dolci vanno dai 6 agli 8 euro, e conservano la filosofia improntata sulla qualità e l’eco sostenibilità del locale. Per far fronte al caldo estivo è particolarmente consigliata la mousse allo yogurt, kiwi e papaya. I più golosi possono invece assaggiare la crema di riso e latte con crumble al cacao e fragole. La cantina di Becho offre un’accurata selezione di etichette indipendenti, che vengono presentate ogni mercoledì con l’appuntamento settimanale “Storie di vini”.

Becho offre dunque un miscuglio affascinante di piatti provenienti dalle varie cucine del mondo, con maki, papaya, club sandwich, cannelloni, yuzu, bagel. Il menu fusion diverte e sorprende gli ospiti con piatti diversi ed insoliti, grazie ai quali si viene trasportati tra sapori unici e inimitabili.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche