×

Arcieri, uno dei migliori ristoranti di pesce a Milano

Condividi su Facebook

Per mangiare pesce sempre fresco e spendere un prezzo ragionevole c'è il ristorante Arcieri di Milano in via Fulvio Testi 220.

La città di Milano è piena zeppa di locali, ristoranti, trattorie e osterie di ogni tipo. Spesso scegliere un posto in cui mangiare è davvero difficile, specialmente se si vuole provare qualcosa di nuovo. A fine pasto ci si può ritrovare insoddisfatti e magari con un conto molto salato, se non si decide il posto giusto.

Per questo vi veniamo in soccorso noi parlandovi del ristorante Arcieri, uno dei pochi a Milano a proporre pesce fresco e soprattutto a un prezzo estremamente accessibile. Tra le mura in via Fulvio Testi 220 si proverà la classica accoglienza proveniente dal sud, precisamente dalla Puglia. I proprietari, infatti, hanno origini pugliesi che, abbinati alla passione per la cucina tipica, danno vita a una proposta davvero particolare.

Arcieri, il ristorante di pesce a Milano

L’atmosfera è uguale a quella che si trova nei classici ristorantini in riva al mare: fresca e accogliente. Scaffali pieni di vino decorano le pareti creando un forte contrasto con il bianco che domina. La selezione è fatta tra etichette esclusivamente italiane e del tutto particolari. I tavoli, con tovaglie anch’esse bianche, sono di un legno scuro, abbinato alle sedie che ci girano attorno. Il locale è ottimo per un appuntamento intimo o per una serata con gli amici.

Inoltre lo staff organizza incontri aziendali, ma anche eventi come matrimoni, battesimi e cerimonie di ogni genere. Il protagonista indiscusso della cucina è il pesce, servito in ogni variante possibile. Dai piatti di cotto a quelli di crudo, alle fritture fino alle proposte più particolari.

Il menu

Ma entrando nel dettaglio della proposta che troviamo nel menu, la prima cosa che troviamo è la degustazione. Con 55 euro possiamo avere ude assaggi di primo a scelta, così come il secondo, poi un dessert e infine dei dolcetti al limoncino. Proseguendo troviamo la carta vera e propria che inizia ovviamente dagli antipasti. Qui possiamo ordinare dei frutti di mare crudi in varie porzioni – da 32, 20 o 28 euro -, oppure una degustazione di cruditè con carpacci, crostacei e molluschi di vario genere. Si prosegue con un carpaccio di tonno o misto, insalata di polpo, gamberetti alla catalana o con scamorza e zucchine. Ma non solo, la proposta comprende anche moscardini in umido, soutè di cozze e vongole, polpo con patate saltato o dei gratinati misti.

Anche i primi presentano un grande ventaglio di proposte. Si parte dalle pennette al granchio, proseguendo con il risotto di pescatora e spaghetti alle vongole o allo scoglio. Ovviamente troviamo le orecchiette e i cavatelli con fagioli e cozze. Ancora paccheri con la razza, tagliolini in crema di scampi, linguine all’astice e tagliolini all’aragosta. Se il pesce non fa per voi potrete richiedere delle pappardelle ai porcini. Proseguendo con la lettura del menu troviamo i secondi piatti. Anche in questo caso ci sono delle portare di carne per accontentare tutti i palati, come a costata alla griglia o la tagliata di manzo, sia con la rucola che con i porcini. Tornando al mare troviamo branzino al sale, orata al forno o alla brace, rombo con carciofi e olive, zuppa di pescatrice o di pesce misto. Poi frittura di paranza oppure mista, scamponi alla griglia o al sale e, infine, un misto alla griglia.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche