×

L’Alchimia, ristorante e lounge bar a Milano

Condividi su Facebook

A L'Alchimia di Milano troviamo sia un ristorante che un lounge bar, adatti a soddisfare ogni palato e ogni esigenza.

L’Alchimia, il locale in viale Premuda 34 a Milano, ha la duplice funzione di lounge bar e ristorante. Nonostante la diversità del servizio, il concetto dietro entrambi le realtà è uno solo. Il compito dei proprietari e di tutto lo staff è quello di far sentire a proprio agio il cliente, proponendogli un servizio sempre presente e un’atmosfera rilassata.

La parte del piano bar è aperta tutti i giorni, dalle 12 fino a mezzanotte – l’una il venerdì e il sabato -. Si può gustare anche un pranzo veloce, al di la di stuzzichini a ogni ora del giorno, con un menu più ristretto rispetto alla proposta del ristorante. Anche quest’altra zona è aperta tutti i giorni e inserisce la scelta del menu degustazione, a cui penserà lo chef in base alle esigenze dei commensali.

L’Alchimia, ristorante e lounge bar a Milano

Una volta entrati abbiamo sulla sinistra le due sale dedicate al lounge bar. La prima stanza è composta da tavolini e sgabelli, con un bancone a dir poco vintage. La seconda parte, invece, è più appartata. Un piccolo camino rende l’atmosfera maggiormente confortante, insieme ai divanetti perfetti per un rilassante dopocena o aperitivo. Se tornati all’ingresso si va invece a destra troviamo una scala che conduce direttamente alla cantina, con circa 600 etichette a disposizione.

Circa 20 di queste bottiglie sono proposte anche in versione calice, oppure si possono comprare per portarle a casa, ricevendo una sconto del 20%.

Il ristorante vero e proprio ha i pavimenti ricoperti di parquet, mentre il soffitto è composto da travi e mattoni a vista. I tavoli sono in legno e senza tovaglia, il che rende tutto più caldo e accogliente. La prima sala in questo caso è allestita con divani bassi e comodissime poltrone.

La seconda, invece, ha le sedute più classiche. L’ultima saletta, quella privata, ha una vista sulla cucina e un tavolo con 8 coperti. Le mura sono decorate con alcune vetrinette.

Cosa mangiare a L’Alchemia

La proposta del ristorante è arriva dalla cucina di chef Giuseppe Postorino. Il suo lavoro punta alla creatività, ma in modo che possa risultare comprensibile a tutti. Non vuole sorprendere forzando i sapori e lo stile, ma essere rassicurante e intrigante. Non mancano gli ingredienti gourmet, ma la preferenza è rivolta a materie prime di qualità e freschezza. I piatti devono risultare familiari al cliente, che non deve essere messo in difficoltà da accostamenti troppo azzardati. Nel menu non possono mancare i piatti della tradizione meneghina, come la cotoletta e il risotto alla milanese. Lo chef però ha deciso di reinterpretare queste proposte, aggiungendo un royal di coda alla vaccinara, ipotizzando un viaggio Milano-Roma.

Nelle ore della giornata al di fuori del pranzo o della cena, è possibile accomodarsi sui divanetti o tavolini del Lounge Bar, gustando cocktail, vini e sfiziosità. Spesso sono proposte ostriche, taglieri e tacos. Inoltre è possibile ordinare alcune voci del menu del ristorante. Per un pranzo leggero – anche per quanto riguarda i prezzi – si può richiedere un menu ristretto. Tornando al bar, oltre ai vini della già discussa cantina, si possono degustare 6 signature cocktail completamente pensati e sviluppati dal Manager Valerio Trentani.

Scrivi un commento

1000

Leggi anche