×

Ratanà Milano: il menu e i prezzi del locale tra tradizione e innovazione

Condividi su Facebook

Il menu di Ratanà conquisterà ogni palato, soprattutto gli amanti della cucina tradizionale milanese.

ratanà milano
ratanà milano

Ratanà Milano è un’osteria moderna, un luogo unico nel suo genere, in cui assaporare i veri piatti tipici della tradizione milanese e lombarda, liberamente rivisitati dallo Chef Cesare Battisti e dalla sua brigata di cucina in chiave moderna; il tutto accompagnato da una ricca cantina frutto dell’esperienza della sommelier Francesca Fabi.

Il nome del locale, Ratanà, trae origine dalla figura di un prete-guaritore, “el pret de Ratanà” vissuto a Milano agli inizi del secolo scorso. Di qui l’idea di rinominare, in modo caratteristico, la sede del ristorante, sito all’interno di un palazzo storico all’interno della Fondazione Riccardo Catella, nel rinnovato quartiere milanese Garibaldi/Isola/PortaNuova.

Il locale, dal 2009, è diretta espressione della passione e dell’estro creativo dei fondatori che si esprime non solo nelle gustose pietanze, ma anche nella cura degli arredi che rendono la location una vera oasi di pace e bellezza.

Il concept di Ratanà Milano

Il locale rappresenta il perfetto connubio fra l’amore per la tradizione culinaria milanese e lombarda e la volontà d’innovazione nel rispetto degli ingredienti portati avanti con fermezza dallo chef e dalla sua brigata. Sin dall’apertura, il pane, rigorosamente fatto in casa con le migliori materie prime, è offerto gratuitamente ai commensali e così pure il coperto mentre i grissini, provenienti da un piccolo laboratorio milanese, sono a pagamento.

La passione per la cucina, l’attenzione ai dettagli, l’accurata scelta degli ingredienti e lo studio sistematico dei migliori abbinamenti di gusto, rendono il locale un punto di riferimento irrinunciabile all’interno del panorama culinario milanese.

Aperitivi e pranzi veloci

Al Ratanà la parola aperitivo fa rima con Rubitt (in dialetto milanese piccole cose di pregio) che qui viene declinato in modo del tutto particolare.

Diverse porzioni, di dimensioni ridotte, estrapolate di volta in volta dal ricco menù alla carta oppure create ad-hoc per l’aperitivo, sono servite ai clienti tutti i giorni, dalle 18:30 alle 20, per accompagnare una selezione di vini e cocktail di alto livello.

L’aperitivo-Rubitt è un vero e proprio momento di degustazione unico nel suo genere e ha saputo acquisire nel tempo consensi sempre crescenti.

Anche il pranzo rappresenta per i meneghini un’occasione di evasione e convivialità, un pausa di gusto irrinunciabile per affrontare al meglio la seconda parte della giornata. Ratanà propone un menù smart al costo di 19 €, anche chiamato “schiscéta”, che consente di scegliere fra un menù di tre portate ed un gustoso e bilanciato piatto unico. Il lunch menù, realizzato con ingredienti rigorosamente freschi e selezionati dallo Chef, permette ai commensali di assaporare proposte sempre nuove capaci di stupire, con gusto, anche la clientele business.


Il menu alla carta

Il menù alla carta del locale rispecchia l’amore per la cucina tradizionale e la passione per la ricerca e l’innovazione che punta a valorizzare senza stravolgere. Lo Chef e la sua brigata di cucina sanno mettere al centro gli ingredienti, assecondando la loro stagionalità ed offrendo proposte in linea con ciò che la natura ha da offrire in quel particolare periodo dell’anno. Il menù, dunque, cambia e si rinnova costantemente garantendo, in ogni momento, i più elevati standard di eccellenza qualitativa.

I prezzi del menù alla carta sono in linea con la location ed il livello del locale: 16 – 18 euro in media per un antipasto, altrettanto per i primi, dai 20 ai 30 euro per i secondi e 12 – 14 euro a portata per i dolci. Capitolo a parte meritano i cosiddetti “Evergreen” ossia i piatti tipici sempre presenti in quanto pilastri della tradizione culinaria meneghina che hanno prezzi leggermente più elevati: il “Risotto alla vecchia Milano”(con midollo in osso, gremolada e sugo d’arrosto) ad esempio viene proposto a 20 euro a porzione mentre il “il Risotto alla milanese con Ossobuco” ha un costo di 30 euro.

Esiste anche un menù degustazione, disponibile solo per la cene, che consente ai commensali di assaporare una selezione di portate della cucina milanese, dall’antipasto al dolce, al costo di € 50 a persona; 70 € a persona con abbinamento di vini.

Visto l’elevato afflusso di clienti è sempre consigliabile la prenotazione, soprattutto durante il fine settimana ed in occasione di eventi e ricorrenze.

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono Milano e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Redazione Milano Notizie.it

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono Milano e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.

Leggi anche