×

Taglio, il ristorante di Milano adatto a ogni pasto

Condividi su Facebook

Da Taglio Milano si può fare colazione, merenda, pranzo, cena ma anche dopo cena: è molto più che un ristorante.

La nostra città è sempre in movimento, così come lo sono i suoi abitanti. Che sia giorno o che sia notte c’è sempre qualcuno in giro, sia per svago che per lavoro. Serve un posto, quindi, che sia aperto in ogni momento, pronto ad accoglierti con cibo e bevande.

Sembra utopia, lo sappiamo, però vogliamo darvi una buona notizia: esiste. Il Taglio di Milano è più che un semplice ristorante. Si può fare colazione, si può gustare un brunch o fare merenda. Poi il pranzo, l’aperitivo, la cena e anche il post cena. Insomma, in ogni momento lo staff sarà pronto ad accogliervi e a coccolarvi.

Taglio, il ristorante di Milano sempre adatto

Il Taglio si trova nel bel mezzo della movida di Milano, in via Vigevano 10, in zona Navigli.

Come abbiamo detto anche prima è più di un ristorante, infatti è anche bottega, ma anche cocktail bar. Ci si può accomodare al tavolo, appoggiarsi al bancone oppure prendere e portare via – naturalmente pagando -. L’atmosfera è informale e allo stesso tempo accogliente. I muri hanno i mattoni a vista, i tavoli sono ben distanziati l’uno dall’altro, il che è ottimo data la consueta affluenza. Il consiglio è infatti quello di prenotare, perché sono – siamo – in molti a essere innamorati del Taglio.

Se vi andrà bene sarete accompagnati nella seconda sala, da cui potrete ammirare anche la cucina e il lavoro che viene svolto al suo interno.

Il ricco e svariato menu

Il menu varia sempre a seconda della stagionalità dei prodotti. Si può optare per il menu del giorno. Ad esempio con 18 euro ci verranno portati spaghetti al ragù di agnello, spalla di maiale con salsa barbecue, pane alla zucca e cipolle in agro. Poi una torta di pane e cacao con crema di ricotta di bufala. Il tutto accompagnato da un calice di vino rosso sfuso. Oppure, allo stesso prezzo, si può ordinare un piatto completo, come la trippa con pecorino, menta e spinaci al burro.

Un classico della tradizione del nord Italia.

Se invece volete procedere con l’ordine alla carta non c’è problema, perché le proposte sono molte anche in questo caso. Si può cominciare da un’antipasto come carciofi, topinambur e stracciatella o calamari, ceci e bietole oppure una battuta la coltello con insalata di radicchi. I primi piatti invece includono una minestra di cereali e legumi, degli spaghetti con costine di maiale e caciocavallo o risotto con squacquerone e ‘nduja. E poi ci sono i ricchi secondi a base di zucca, di ombrina o petto d’anatra.

Sul menu troviamo anche una parte tutta dedicata alle uova alla Benedict, un cavallo di battaglia. Adatte per ogni ora del giorno e della sera le propongono in diverse versioni: classiche con il prosciutto cotto, vegetariane con le cime di rapa, con pancetta e crocchette di patate o con il salmone. Infine, non si può che concludere con i deliziosi dolci. Mousse di mascarpone con crumble di mandorle e agrumi, biscotti di mais con crema al limone e una carrot cake con gelato al caramello. In più l’acqua, il coperto e il servizio sono inclusi.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche