×

Famedio, i nuovi nomi nell’elenco: da Squinzi a Borrelli fino a Mura

Condividi su Facebook

Il 2 novembre 2020 verranno aggiunti 19 nuovi nomi al Famedio di Milano all'interno del Cimitero Monumentale: quali saranno le nuove personalità.

famedio nuovi nomi
nuovi nomi famedio

Nel Famedio di Milano sono incisi i nomi delle figure importanti legate alla storia della nostra città. La lista sulle tavole di pietra murate alle pareti è destinata a essere aggiornata e allungata negli anni, precisamente ogni 2 novembre, tramite una cerimonia pubblica in presenza del Sindaco.

Nel 2020 saranno 19 i nuovi nomi che si aggiungeranno alla lista del Famedio.

I nuovi nomi del Famedio di Milano

Saranno 19 i nuovi nomi che si aggiungeranno alla lista nel Pantheon di Milano, all’interno del Cimitero Monumentale di Milano. Come ogni anno verranno aggiunti il 2 di novembre. A sceglierli ci ha pensato la Commissione consultiva del Comune per le onoranze al Famedio, presieduta dal Presidente del Consiglio comunale Lamberto Bertolé e composta dai membri dell’Ufficio di Presidenza e dagli assessori alla Trasformazione digitale e Servizi civici Roberta Cocco e alla Cultura Filippo Del Corno.

L’elenco dei cittadini comprende: Claudia Artoni (psicoanalista), Cini Boeri (architetta e designer), Francesco Saverio Borrelli (magistrato), Giulia Maria Crespi (fondatrice FAI), Philippe Louis Francois Daverio (storico dell’arte), Francesca Dendena (Presidente Ass.ne familiari strage P.zza Fontana), Giulio Giorello (filosofo), Vittorio Gregotti (architetto), Giovanni Greppi (architetto), Eugenio Monti Colla (marionettista), Gianni Mura (giornalista e scrittore), Grazia Nidasio (fumettista e illustratrice), Magda Olivero (soprano), Maria Perego (autrice televisiva e artista dell’animazione), Umberto Quintavalle (Presidente Hockey Club Milano e imprenditore), Riccardo Sarfatti (imprenditore e designer), Giorgio Squinzi e Adriana Spazzoli (imprenditori – Mapei), Franca Valeri (attrice e sceneggiatrice).

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche