×

Tentato stupro di una romena in Piazza Abbiategrasso, nessuno interviene

Condividi su Facebook

Sono le sei della sera in Piazza Abbiategrasso, c'è ancora luce, ma nessuno si accorge, o fa finta di non accorgersi di un tentato stupro di una giovane romena. L'aggressore, un 25enne marocchino irregolare, l'ha avvicinata, sbattuta in terra, picchiata, rapinata, palpeggiata e ha cercato di trascinarla in una zona un po' più solitaria della piazza.

La giovane urlava dalla disperazione, ma per fortuna è riuscita a divincolarsi e il rapinatore è fuggito. E come accade spesso in casi come questo nonostante ci fossero dei passanti nessuno è intervenuto. Proprio ieri vi avevamo mostrato il filmato di uno scippo in metropolitana fra l'indifferenza generale.

La donna è stata portata al San Paolo dove le sono state riscontrate escoriazioni, ecchimosi e tumefazioni, ma aveva bene in mente le sembianze dell'uomo e le ha descritte ai carabinieri.

Così si è riusciti a rintracciarlo mentre era in un bar della zona come se nulla fosse.

A casa sua i militari hanno ritrovato una vera e propria refurtiva. C'erano una cinquantina di orologi fra cui 5 Rolex, un centinaio di telefonini, un pc portatile, una ventina di macchine fotografiche digitali, navigatori satellitari, autoradio, playstation portatile e oggetti d'oro e d'argento. E alla sventurata ragazza aveva anche strappato la catenina. Gli investigatori hanno cominciato a vagliare le denunce di furto che sono state sporte dai cittadini in modo da restituire gli oggetti.

Invece uno stupro, stavolta consumato, è accaduto vicino al Cimitero di Greco, vittima una 21 enne da parte di un romeno. La ragazza era scesa da un autobus e l'uomo l'avrebbe avvicinata con la richiesta di una sigaretta, e poi l'avrebbe portata a forza in una zona appartata. Fortunatamente dei componenti della Polfer che stavano andando a prendere servizio sono intervenuti immediatamente, subendo anche il tentativo di assalimento del romeno.

Senza lanciare allarmismi si spera che il famigerato pacchetto sicurezza ponga rimedio a queste problematiche, in modo che una donna possa camminare o prendere un mezzo pubblico tranquillamente.

E si spera che semmai ci si trovasse in situazioni pericolose, la gente abbia il coraggio di unirsi per reagire.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche