×

Occupato cantiere Eni a San Donato: inizia la campagna #manyagainsteni

Condividi su Facebook

Occupato il cantiere Eni a San Donato Milanese, è l'inizio della settimana #manyagainsteni organizzata dalla rete nazionale Rise Up Climate Justice

cantiere eni san donato
cantiere eni san donato

Occupato il cantiere Eni a San Donato Milanese. Inizia così la settimana #manyagainsteni organizzata dalla rete nazionale Rise Up 4 Climate Justice.

Occupato cantiere Eni a San Donato

A partire dalle 14:00 un gruppo di esponenti della rete nazionale Rise Up 4 Climate Justice ha occupato il cantiere Eni di San Donato Milanese, nel giorno in cui si sta svolgendo l’assemblea degli azionisti della multinazionale.

Sulla facciata esterna del palazzo un grosso manifesto ha coperto le vetrate con la scritta “Rise Up 4 Climate Justice”. Poco dopo un secondo manifesto, coi colori che ricordano quelli del logo Eni, è stato srotolato con su scritto “Many against Eni”.

All’interno del cantiere sono entrati più di 200 attivisti. “Abbiamo lanciato la campagna #manyagainstEni – spiegano da Rise Up 4 Climate Justice- per denunciare i crimini della compagnia più inquinante e devastatrice del Paese, perché è inaccettabile che una delle maggiori responsabili della crisi climatica stia accedendo ai fondi del PNRR per la transizione ecologica, mentre continua ad inquinare e distruggere territori in Italia e nel Sud globale.

Vogliamo giustizia sociale e climatica, vogliamo garantirci un presente ed un futuro. Non può esistere giustizia e transizione in un mondo con Eni”.

La prima azione al cantiere Eni a San Donato

Quella di San Donato è solo una delle cinque azioni messe in atto dal gruppo contro i giganti del carbon-fossile. Attualmente sono in atto in tutta la penisola mobilitazioni anche a Ravenna, Stagno (LI), Presenzano (CE) e Licata (AG).

L’obiettivo è scuotere il sistema e avviare una seria transazione ecologica a livello internazionale. Anche in altre città europee infatti altri attivisti hanno scelto il mese di maggio per mobilitarsi contro le multinazionali del fossile.

Leggi anche

Contents.media