×

Tamponi rapidi: solo il 9,8% dei medici di base aderisce a Milano

Condividi su Facebook

Su 2.507 sono solo 232 i medici di base che hanno aderito alla chiamata Ats per l'esecuzione di tamponi rapidi ai loro pazienti.

tamponi rapidi medici base
tamponi rapidi medici base

In tutta la Lombardia, solo 1.812 medici di base e pediatri su 7.321 si sono resi disponibili per l’esecuzione dei tamponi rapidi nel loro studio. La percentuale scende ancora di più a Milano, dove hanno risposto solo 232 medici su 2.507.

Solo uno su dieci ha dunque risposto nel capoluogo lombardo alla chiamata dell’Ats ad eseguire i test rapidi ai pazienti, rendendo ancora più difficile diagnosticare il Covid a Milano.

Medici di base e tamponi rapidi

In un della Regione Lombardia si ereport videnzia che solo il 24,8% dei medici di base della Lombardia ha risposto alla chiamata dell’Ats per i tamponi rapidi. Uno su quattro. I dati sono ancora più bassi a Milano, dove solo un medico su dieci si è dichiarato pronto ad eseguire i test dopo la chiamata di Ats.

Insieme all’isituzione di un triage da campo all’ospedale Fiera per i codici verdi, che ha sostituito l’area di via Novara, il contribuito dei medici di base è fondamentale per monitorare la situazione e decongestionare gli ospedali. Di fronte alle difficoltà di Ats, è necessario infatti il loro contributo per eseguire i tamponi su gran parte della popolazione. Tuttavia, sono pochi i medici che hanno risposto alla chiamata, per cui ottenere un tampone rapido risulta sempre più difficile.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche