×

Caos trasporti, la Procura mette sotto sequestro un tratto di binari del Passante ferroviario

Aperto un fascicolo a carico di ignoti per "pericolo di disastro ferroviario". I pendolari fanno i conti con disagi e cancellazioni

Caos a Milano, la Procura sequestra un tratto di rotaie del Passante

La Procura di Milano ha disposto il sequestro di un tratto di due binari, tra le fermate del Passante ferroviario milanese di Dateo e di Porta Vittoria.

Caos trasporti, Passante sotto sequestro: “Pericolo di disastro ferroviario”

La Pm Maura Ripamonti del dipartimento “ambiente, salute, sicurezza e lavoro” ha aperto un fascicolo, per ora a carico di ignoti, con l’ipotesi di reato di “pericolo di disastro ferroviario“.

Il provvedimento non impedisce la circolazione dei treni, che era già stata sospesa in quella tratta, in cui comunque sono presenti altri due binari non sotto sequestro. Nei prossimi giorni verranno effettuati accertamenti sulle rotaie.

Caos trasporti, Passante sotto sequestro. Terzi: “Ci vorrà del tempo”

Nel pomeriggio di lunedì 25 luglio, Claudia Terzi, assessore alle infrastrutture trasporti e mobilità sostenibile di regione Lombardia, ha dichiarato:Non ci sarà una data di riapertura del binario finché tecnici del Politecnico e di Trenord e Rfi non stabiliranno in maniera congiunta qual è il problema e quindi come si deve intervenire.

Che si tratti di una semplice sostituzione del binario o di altri interventi”. Inoltre, ha sottolineato che bisognerebbe sostituire le ruote di tutti i 36 treni. L’assessore non nasconde che, attualmente, il mercato presenta scarsità di materie prime, pertanto, non sarà così automatico.

Caos trasporti, Passante sotto sequestro: disagi per i pendolari

Nel frattempo, i cittadini devono fare i conti il Passante cancellato e la metro costretta rallentare. Nel pomeriggio di venerdì 22 Atm aveva reso noto che la metro verde M2 potrà subire rallentamenti perché i “protocolli di sicurezza ferroviaria impongono limiti di velocità ai treni quando le rotaie superano una temperatura critica”.

Infatti, sia venerdì che domenica scorsa, i binari all’aperto hanno raggiunto i 57 gradi di temperatura, la prima soglia di allerta prevista dal protocollo di sicurezza. Pertanto, il 24 luglio i convogli della M2 hanno viaggiato per circa due ore a una velocità ridotta.

Atm sottolinea: “La nostra attenzione è massima, siamo impegnati per garantire il servizio in sicurezza tenendo costantemente sotto controllo le temperature in diversi punti della rete”.

LEGGI ANCHE: Salto del tornello, aumentano i furbetti in metro. Atm: “Barriere più alte con allarme sonoro”

Leggi anche

Contents.media