×

Metro rosa M6, Sala: “Stiamo ragionando sul percorso, sarà l’ultima metropolitana milanese”

I lavori non partiranno prima delle Olimpiadi Invernali del 2026: le nuove fermate

Metropolitana rosa, Sala: "Sarà l’ultima metropolitana di Milano"

Nella giornata di lunedì 30 maggio il sindaco Beppe Sala ha incontrato il ministro delle Infrastrutture Enrico Giovannini per discutere accuratamente i dettagli sui fondi del Pnrr e altre risorse destinate al potenziamento del trasporto pubblico della città.

Metro rosa M6, Sala: “Serviranno tempi lunghi

Tra le richieste emerge quella di finalizzare il percorso operativo per finanziare la futura linea della metropolitana M6.

Il sindaco Beppe Sala afferma “Stiamo ragionando sul percorso perché quella sarà l’ultima metropolitana milanese, stiamo immaginando un percorso che le permetta di unirsi alle altre metro. A questo punto prima di arrivare a un’idea definitiva volevamo confrontarci con il ministro e chiedergli di facilitare i contatti con i suoi uffici in modo tale che presentiamo qualcosa che abbia senso.

Serviranno tempi lunghi”.

Metro rosa M6: le stazioni

I lavori non partiranno prima delle Olimpiadi Invernali del 2026. L’apertura, infatti, è prevista dopo il 2030. Il ministero delle Infrastrutture e delle Mobilità sostenibili ha assegnato a Milano 732,2 milioni di euro per i prolungamenti delle metro M1, M2, M3 e 4,5 milioni di euro per lo studio di fattibilità della M6. Il percorso definitivo è ancora da mettere a punto, ma ad oggi prevede 12 stazioni (Tibaldi, Istria, Dergano, Stephenson e Mind-Cascina Merlata) insieme alle 7 stazioni esistenti di San Cristoforo, Romolo, Porta Romana, Forlanini, Lambrate, Certosa, Rho Fiera.

Metro rosa M6, Sala: “Dare spazio alla classe media”

Durante l’incontro con Giovannini è stato trattato anche il tema Malpensa. Il primo cittadino evidenzia: Enac in questo momento chiede la riapertura del terminal 2 ma per noi ha un costo enorme, vogliamo aspettare, il terminal 1 può supportare fino a 30 milioni di passeggeri. Vedremo a seconda del traffico aereo”. Dopo l’estate, finalmente, aprirà il primo tratto della M4 da Linate a Dateo e “lo vorremmo all’inaugurazione”.

Infine, in merito all’edilizia popolare, Sala precisa: Al di là del continuo tentativo di fare manutenzione stiamo cercando, con fondi del governo o Cassa depositi e prestiti come in Francia, di fare qualcosa in più perchè la via del futuro sta nel mezzo tra case popolari e edilizia standard privata, qualcosa che serva a dare spazio alla classe media che oggi è in difficoltà”.

LEGGI ANCHE: Area B a pagamento? Spunta l’ipotesi di un ticket d’ingresso in città

Leggi anche

Contents.media