×

Malpensa: nuovo (quasi) lockdown per l’aeroporto

Condividi su Facebook

Due satelliti su tre del terminal 1 di Malpensa saranno chiusi a causa del nuovo lockdown istituito in Lombardia.

lockdown malpensa
lockdown malpensa

L’istituzione della zona rossa in Lombardia ha fatto tornare l’aeroporto di Malpensa deserto, in una sorta di nuovo lockdown. La struttura infatti, dopo la parziale ripresa estiva, ha avuto un crollo quasi totale di partenze con l’ultimo Dpcm che vieta di uscire dalla regione.

Due dei tre satelliti al terminal 1 saranno infatti chiusi a partire dall’11 novembre, mentre il terminal 2 continuerà a non essere operativo.

Un nuovo (quasi) lockdown per l’aeroporto di Malpensa

A partire dall’11 novembre saranno chiusi due dei tre satelliti del terminal 1 dell’aeroporto di Malpensa, in una specie di nuovo lockdown. A rimanere aperta sarà infatti soltanto la struttura centrale per lo sbarco dei passeggeri, dedicata all’area Schengen.

I satelliti Nord e Sud smetteranno invece di essere operativi finchè la Lombardia resterà zona rossa.

La decisione presa dall’aeroporto ha il fine di disperdere il meno possibile passeggeri e personale, riducendo in questo modo i costi di gestione. Il tabellone di Malpensa conta infatti circa una trentina di voli al giorno, molti dei quali sono in realtà vuoti, in quanto in base al nuovo Dpcm sono consentiti esclusivamente gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute.

Di conseguenza limitare le strutture per lo sbarco sembrerebbe essere la soluzione migliore per contenere i costi nell’aeroporto di Malpensa.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche