×

Divoradores de energia: quando il frigo diventa arte (video e foto)

Condividi su Facebook

Come ci piacciono i lettori di Milano 2.0: attivi e preparati. Una di loro, Luisa Prina Cerai, ci ha scritto una recensione della mostra Divoradores De Energia (a cura di Mario Migule Gonzales Mayito, Jean-Marc Ville, Coordinamento Varna Cremata-Quintana, Gretchen Palmas), che potrete vedere fino al prossimo 12 luglio alla Triennale Bovisa.

Non solo, ci ha anche inviato le foto (una è quella qui sopra) fatte alla mostra. Le abbiamo raccolte in un video. Ma lasciamo che Luisa ci parli della mostra.

di Luisa Prina Cerai

La neonata sede della Triennale in zona Bovisa ospita una interessante e curiosa mostra: 50 frigoriferi della General Electrics cubani rivisitati da altrettanti artisti locali. L’idea di questa collettiva, che ha riscosso un grande successo alla Biennale de La Havana, è nata a seguito della decisione di Fidel Castro di sostituire con dei frigoriferi cinesi i vecchi frigoriferi americani, per limitare il dispendio energetico; a cinquant’anni di distanza ecco che questi oggetti tornano in vita per raccontare i sogni, l’ideologia, la storia e le speranze del popolo cubano.

Il risultato è un inedito mix di materiali, tra opere pittoriche e materiche, come quelle esposte nel cortile esterno, ma anche originali interpretazioni, presenti all’interno insieme ai bozzetti degli artisti.

Antonio Espinosa ha totalmente ricoperto il suo frigo di libri sulla storia di Cuba, Abel Barroso ne ha rivestito uno con pannelli di legno xilografato con testi, mappe ed immagini di missili e carri armati, riempiendo il suo interno di soldatini di plastica: opera intitolata “Se acabo la guerra fria, a gozar con la globalizacion”.

I sigari, da sempre simboli dell’artigianato e di Cuba, sono stati messi all’interno del frigo di Nelson Dominguez, che ne ha fatto un vero e proprio humidor, ricoprendolo esternamente di foglie di giunco. Nell’ultima sala accanto ad un insolito confessionale, il frigo di Angel Ramirez, stupisce il divertente e dissacrante “Addio Rocco”, del Grupo de creation Roncinante: storia del frigorifero azzurro Rocco, che giace in mezzo alla stanza con lo sportello superiore aperto ed un mazzo di fiori appoggiato sopra.

Lo accompagna una vera e propria ode, che ne descrive la gloriosa vita, dalla nascita in fabbrica nel 1952, attraverso le famiglie per i quali ha refrigerato i cibi, svelando abitudini gastronomiche e non della vita a Cuba, fino alla sua improvvisa morte per black out elettrico.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche

Non solo elezioni, a Milano weekend con Thor e Capitan America
Bambini

Non solo elezioni, a Milano weekend con Thor e Capitan America

26 Maggio 2011
Capitan America Gli appassionati di un settore affascinante come quello dei fumetti sono sempre di più in Italia e una dimostrazione di questo fenomeno è dato dal grande successo che si registra normalmente nelle iniziative…
La Mercedes si mette in mostra a Milano
Cultura

La Mercedes si mette in mostra a Milano

25 Marzo 2011
Mercedes - Benz Gli appassionati di automobili nel nostro Paese sono decisamente tanti e una delle abitudini che li caratterizza è quella di tenersi costantemente aggiornati sulle ultime novità del settore e di presentarsi alle…
Anche Milano celebra l’unità d’Italia
Mostre

Anche Milano celebra l’unità d’Italia

17 Marzo 2011
Unità d'Italia La maggior parte degli italiani oggi non si è recata nei rispettivi posti di lavoro per onorare al meglio la giornata di festa indetta su iniziativa del governo che ha scelto di celebrare…
Parte a Milano la mostra “Milano delle donne”
Mostre

Parte a Milano la mostra “Milano delle donne”

8 Marzo 2011
Festa della donna La giornata dell’8 marzo che per tradizione viene dedicata alle donne è spesso ridotta da parte di molte appartenenti al sesso femminile a un momento piuttosto banale da poter dedicare ai festeggiamenti…