×

Centri estivi e oratori a Milano nel 2021: la mappa e i programmi

Condividi su Facebook

Vi sarà un responsabile a vigilare sulle regole anti-Covid nelle parrocchie: tutte le regole per i centri estivi 2021 a Milano

Centri estivi Milano
Centri estivi Milano

Si avvicina l’ultima settimana di scuola e come ogni anno sarà possibile iscrivere i propri figli ai centri estivi offrendogli la possibilità di divertirsi insieme agli altri bambini e fare nuove conoscenze.

Centri estivi Milano – “Milano Summer School”

Sul sito del Comune di Milano è stata pubblicata la mappa che raccoglierà le attività ludico-ricreative per bimbi e ragazzi, da giugno a settembre.

Selezionando sul pulsante “Milano Summer School“, mamme e papà scopriranno le iniziative, basate sulla geolocalizzazione. La scaletta verrà aggiornata progressivamente e mostrerà anche le varie offerte degli oratori.

Laura Galimberti -assessore all’Educazione- annuncia “Anche quest’anno il Comune è in prima fila per organizzare e coordinare l’offerta di opportunità estive attraverso una fruttuosa collaborazione che si rinnova con i diversi soggetti che da anni lavorano in questo settore”

Centri estivi Milano: le proposte per il mese di agosto

La mappa è stata messa online proprio nel momento in cui le iscrizioni per i centri estivi comunali sono già state chiuse. Oggi, 3 giugno, è l’ultimo giorno utile per iscriversi ai soggiorni proposti, tra cui: case vacanza di Ghiffa sul lago Maggiore, Vacciago sul lago d’Orta, Bardonecchia e Marina di Massa. Rimangono 1000 posti disponibili per bambini e ragazzi dai 6 ai 14 anni.

Centri estivi e oratori: Milano

Don Stefano Guidi, direttore della Fom, la fondazione che raggruppa i circa mille oratori della Diocesi evidenzia “L’oratorio è sempre lo stesso, la sua proposta non cambia. Ma sta cambiando l’atteggiamento della comunità cristiana, che è consapevole della situazione di grave crisi che gli adolescenti stanno attraversando. Per cui c’è ancora più bisogno di ascolto, di accoglienza incondizionata”. E prosegue “Abbiamo già ricevuto la preziosa e indispensabile disponibilità di duemila volontari adulti e oltre settemila animatori adolescenti”.

Quest’anno le norme anti-Covid sono meno severe, le linee guida varate dal ministro della Salute non prevedono un rapporto numerico massimo tra gli educatori e i ragazzi, tantomeno divisioni per età.

Vietati tornei o competizioni tra gruppi diversi. Ammessi sport e giochi di squadra.

Annunciata l’istituzione di un responsabile Covid, il quale dovrà vigilare sul rispetto delle regole, tra cui la mascherina sempre presente sul viso e contattare l’Ats in caso di esito positivo al Covid di un partecipante.

LEGGI ANCHE: Centri estivi: a Milano boom d’iscrizioni per i bambini

Leggi anche

Contents.media