×

“SeiMilano”, al via i lavori del nuovo parco grande 160mila metri quadri

Il parco sorgerà in zona Bisceglie, accanto alle palazzine SeiMilano in via Calchi Taeggi

Milano avrà un nuovo parco grande 160mila metri quadri: al via i lavori

avori di realizzazione del parco di SeiMilano sono finalmente partiti. Borio Mangiarotti e Värde Partners stanno realizzando un progetto di rigenerazione urbana su un’area di 330mila mq fra via Calchi Taeggi e via Bisceglie a Milano.

Nuovo parco ‘SeiMilano’: un quartiere ‘mixed-use’

All’evento di avvio ufficiale dei lavori erano presenti l’assessore alla rigenerazione urbana Giancarlo Tancredi, il presidente del municipio 6 Santo Minniti, l’architetto Enrico Ferrari, di Michel Desvigne paysagiste, Giulio Arnoldi, amministratore Unico di Hw style e Regina De Albertis, consigliere delegato Borio Mangiarotti.

L’intervento è stato firmato dallo studio Mario Cucinella Architects (MCA), con l’obiettivo di trasformare la zona sud ovest di Milano in un nuovo quartiere mixed-use(residenziale, commerciale e direzionale) con circa 1.200 residenze, in edilizia libera e convenzionata, 30mila mq di uffici e circa 10mila mq destinati alle attività commerciali.

Il quartiere verrà inserito in un nuovo parco pubblico di 16 ettari progettato da Michel Desvigne paysagiste (Mdp). Un parco aperto al pubblico 24 ore su 24, 7 giorni su 7, e non recintato. Il parco sarà terminato entro la fine del 2024; già la prossima primavera, tuttavia, sarà concluso e messo a disposizione dei cittadini un primo lotto, mentre entro l’estate sarà completata la porzione oltre l’Olona.

Nuovo parco ‘SeiMilano’: il progetto

Desvigne si è ispirato alla rete agricola della Pianura Padana, trasponendone all’interno la tipica trama geometrica e ricomponendo gli elementi identitari del paesaggio rurale in un susseguirsi di corsi d’acqua, rogge, filari alberati, orti e frutteti urbani, insieme a piante ad elevato assorbimento di Co2. Oltre a 4.100 arbusti e 116.000 mq di tappeti erbosi, il parco ospiterà 2.300 alberi ad alto fusto, appartenenti a specie presenti in Lombardia: querce, tigli, noci, frassini, ciliegi, gelsi, magnolie, scelti per la loro capacità di adattamento all’ambiente urbano e per la loro resistenza alle malattie tipiche del territorio.

La disposizione del parco favorirà il microclima dell’area grazie al filtraggio dei venti provenienti da sud-ovest, mentre un impianto di irrigazione intelligente consentirà, tramite un sistema di accumulo delle acque piovane, di ridurre al minimo le risorse idriche utilizzate.

Inoltre, il parco ospiterà piste ciclabili, una zona di 15.000 mq destinata alla pratica sportiva e un’area cani di 3.000 mq, mentre i bambini avranno a disposizione 4.300 mq di spazi per i giochi e sarà previsto anche un asilo e scuola materna.

Nuovo parco ‘SeiMilano’: l’intervento che ruota intorno al verde

Nella prima metà del 2023 verrà terminato il Centro di Aggregazione Multifunzionale (CAM), destinato in parte ai servizi sociali del Comune ed in parte a funzioni collettive.

Il cantiere di SeiMilano vede impegnati circa 300 operai e 20 gru; sono state ultimate le strutture esterne del primo lotto residenziale e degli uffici, che saranno completati nel primo semestre del 2023, e, oltre a quelli del Parco e del CAM, sono stati avviati i lavori del boulevard di collegamento.

La vendita delle 524 abitazioni del primo lotto dello sviluppo residenziale, avviata a marzo 2020, ha registrato il sold out. Un risultato record, ottenuto proprio quando la pandemia ha fatto emergere nuove esigenze dell’abitare che SeiMilano ha saputo anticipare e interpretare al meglio. “Tutto l’intervento di SeiMilano, che sta ridisegnando un quadrante della città, ruota intorno al verde” dichiara Regina De Albertis.

LEGGI ANCHE: A Milano sbarca il cestino intelligente contro i rifiuti in strada: mega capienza e sensori laser

Leggi anche

Contentsads.com