×

Area B, FdI lancia una raccolta firme contro i nuovi divieti

Attivate le regole per la zona a traffico limitato: i pendolari si fanno sentire. Al via le proteste.

Area B, partita la raccolta firme contro i nuovi divieti

Il sindaco Giuseppe Sala ha mantenuto la promessa fatta ai cittadini in campagna elettorale: da lunedì 3 ottobre sono entrate in vigore le nuove regole di Area B.

Raccolta firme Area B, Marcora: “Una battaglia senza distinzioni politiche”

Lamentele e rabbia da parte dei pendolari, molti dei quali ogni giorno devono entrare in città, e per farlo preferiscono l’automobile.

Pertanto, Fratelli d’Italia ha deciso di lanciare una raccolta firme contro l’iniziativa della giunta, raccogliendo così anche l’adesione del sindacato UGL.

Riccardo Uberti, segretario territoriale della Ugl di Milano, ha chiarito in una nota: Le limitazioni al traffico imposte dal sindaco Sala e dalla sua giunta colpiranno principalmente le fasce più deboli della società e, in particolare, i lavoratori, come dimostrano le proteste attuate da varie categorie in questi giorni.

Proteste dei lavoratori che non potevano lasciare indifferente Ugl”.

L’auspicio di Enrico Marcora, consigliere comunale di FdI, è che a Ugl si aggiungano anche Cgil Cisl e Uil, “perché questa è una battaglia di tutti quelli che hanno a cuore i diritti dei lavoratori che va combattuta senza distinzioni politiche o di bandiera”.

Raccolta firme Area B: atteso un dietrofront dal primo cittadino

Anche Silvia Scurati, consigliere regionale della Lega e membro delle Commissioni attività produttive e trasporti, di Regione Lombardia condivide il pensiero di FdI: Un pensiero va a tutti i pendolari che non possono cambiare macchina e che sono quindi costretti a un percorso a ostacoli per poter lavorare in città”.

Una decisione totalmente “assurda” e “infame” che assicurerà nuove entrate alle casse del Comune.

“Mi auguro che la mozione al voto domani in aula del Consiglio regionale per chiedere la sospensione del divieto di accesso agli euro 5 diesel in Area B possa far risvegliare le coscienze dei colleghi del Pd e far cambiare idea a Sala”, ha concluso Scurati.

LEGGI ANCHE: Area B: il caso del parcheggio di Lampugnano

Leggi anche

Contentsads.com