×

Il progetto verde “Forestami” di Stefano Boeri: da Milano all’Italia

Nuovi finanziamenti del governo per un futuro sostenibile nelle città.

Il progetto verde di Stefano Boeri: il modello Forestami da Milano all'Italia

La presidenza del Consiglio e il ministero della Transizione ecologica promuovono la riforestazione del Paese. Nasce la “Fondazione per il Futuro delle città”, la quale, si occuperà di individuare strumenti per rendere ambientalmente sostenibili i centri abitati d’Italia, promuovendo la ricerca e l’alta formazione basata su soluzioni vegetali.

Il modello da seguire? “Forestami”, il progetto verde nato a Milano sotto la direzione scientifica di Stefano Boeri, che presiederà la nuova Fondazione.

Progetto verde Boeri: “Piantare almeno un albero per ogni cittadino”

“Forestami” prevede la piantumazione di 3 milioni di alberi entro il 2030. La nuova Fondazione avrà come direttore scientifico Stefano Mancuso, botanico e scienziato di fama internazionale. L’idea è quella di creare una cabina di regia nazionale per condividere conoscenze ed esperienze con tutte le pubbliche amministrazioni che promuoveranno la riforestazione della propria città.

L’obiettivo finale è una piantumazione record di 60 milioni di nuovi alberi. Boeri chiarisce: “Credo sia importante fare rete tra tutti i progetti nazionali e piantare almeno un albero per ogni cittadino, a cominciare dai 22 milioni di abitanti — dunque di nuovi alberi — delle nostre 14 aree metropolitane”. Arriva anche il benestare del ministro Roberto Cingolani: È bello vedere che una grande città metropolitana, locomotiva dell’economia italiana come Milano, sia in prima fila per la riforestazione“.

Progetto verde Boeri: quanto costa un albero?

Le città producono circa l’80% di anidride carbonica e il 75% di rifiuti. Per un futuro sostenibile sono necessarie città decisamente diverse. Mancuso sottolinea: “Investire un euro in un albero è mille volte più efficiente di qualsiasi altra tecnologia“. Un albero, comprensivo di cinque anni di manutenzione, costa 30 euro. Negli ultimi anni sono stati piantati 340mila alberi. Oltre alle donazioni da parte dei cittadini -pari a 80mila euro-, tra i sostenitori del progetto vi sono Fondazione Falk, Intesa San Paolo, Fondazione Snam, Amazon, Armani, Esselunga e Axa.

Progetto verde Boeri: l’hub a Bovisa

Attualmente, le sedi sono due. Una a Firenze dove insegna Mancuso e l’altra a Milano. L’intento è portare l’hub nazionale del verde all’interno del progetto di allargamento del Politecnico alla Bovisa. Renzo Piano sta lavorando sul progetto e prevede una folta riforestazione della zona.

LEGGI ANCHE: La rinascita di Torre dei Moro: svelati i due progetti in programma

Leggi anche

Contents.media