×

Gli ambasciatori del gusto promuovono la cucina Made in Italy: reclutati chef e sommelier

L'accordo con gli ambasciatori del gusto: a sedurre i buyer ci saranno Cracco e Oldani.

Fiera Milano e gli ambasciatori del gusto promuovono la cucina Made in Italy

Potere è volere: il sindaco Beppe Sala, ospite alla firma di un accordo storico tra Fiera Milano e l’associazione “Gli ambasciatori del gusto”, ha selezionato la parola d’ordine “si può”: si può riprogettare la vita dopo due anni difficili; e si può fare di Milano l’hub dell’eccellenza nell’ospitalità, nell’art de vivre, nella cucina di qualità e nella sua narrazione.

Cucina Made in Italy: siglato il protocollo d’intesa

In Galleria, presso il ristorante di Cracco, è stato siglato il protocollo d’intesa con i cuochi, i sommelier e i ristoratori più titolati del Belpaese, reclutandoli alleati di un Made in Italy di successo anche per il prestigio del nostro cibo. I numeri parlano chiaro: se l’attività fieristica genera 56 miliardi di euro, più di 12 rientrano nel comparto agroalimentare.

Cucina Made in Italy: i personaggi coinvolti

Questo potenziale è confermato anche dalla crescita esponenziale del food e verrà valorizzato nei prossimi eventi organizzati tra Rho e Milano. Nei primi 3 giorni del mese di aprile si svolgerà MiArte, mentre il 10-12 dello stesso mese avrà luogo la Bit. Durante le conferenze e i confronti con i buyer internazionali verranno coinvolti Davide Oldani, Cesare Battisti, Enrico Bartolini, Andrea Berton, Viviana Varese e Carlo Cracco. Questi ultimi saranno protagonisti anche durante le missioni all’estero di Fiera Milano.

Cucina Made in Italy: la Milano Restaurant Week

Nel 2023, a maggio o ad ottobre, è prevista la kermesse “Milano Restaurant Week”, un’opportunità per rilanciare un modello di rassegna diffusa: gli operatori economici mondiali verranno invitati ad uscire dai padiglioni fieristici per scoprire i quartieri di Milano trasformati in palcoscenici dell’accoglienza e del rito della tavola all’insegna del mood “Qui si compera bene. E si sta bene”. A fare da background, la forte scommessa sulla ristorazione meneghina, la quale presenzierà agli eventi che ogni anno portano a Milano 25mila espositori da tutto il mondo e oltre 4 milioni di visitatori.

LEGGI ANCHE: Io Sono Viva, la nuova pasticceria solidale di Viviana Varese: menù e prezzi

Leggi anche

Contents.media