×

Voli in calo a Milano, Brunini: “Ritorno ai livelli 2019 intorno al 2024”

Gli aeroporti lombardi accolgono il 50% di aerei in meno rispetto al 2019

Aeroporto Milano, voli in calo

Turisti assenti, strade vuote, voli in calo rispetto al 2019: uno scenario sconosciuto per una città come Milano.

Voli in calo a Milano: Omicron colpisce il traffico aereo

L’amministratore delegato di Sea, Armando Brunini, ha affermato: “In questo primo mese dell’anno l’ondata Omicron colpisce e stiamo viaggiando intorno al 50% del traffico ante-Covid”.

E chiarisce: “Nel 2020 il traffico dei passeggeri si è ridotto a un quarto, con delle punte minime che si aggiravano intorno allo 0 nella prima stagione di lockdown. Il 2021 è stato un anno di parziale ripresa, ma molto parziale: abbiamo chiuso a -61%, con l’inverno scorso ancora molto basso, mediamente a -85%. Con l’estate c’è stato un bel rimbalzo, che si è mantenuto buono fino a dicembre. Nel secondo semestre viaggiavamo con il 60% di traffico rispetto alla situazione pre-pandemia”.

Voli in calo a Milano, Brunini: “Nessuno può sapere se sarà l’ultima ondata”

Verso fine dicembre, a causa della variante Omicron “c’è stato un peggioramento”, ha sottolineato Brunini, constatando che “questa ondata non ha provocato il crollo come quelle precedenti, ma viaggiamo comunque a metà del traffico per cui queste infrastrutture sono state costruite”. I costi delle infrastrutture sono altissimi e rigidi, pertanto, l’impatto sui conti persiste nel farsi sentire; inoltre, anche “l’impatto del rincaro delle materie energetiche impatterà fortemente”.

Imprevedibile l’ondata di settembre/ottobre, nessuno può sapere se sarà l’ultima e quanto durerà“, evidenzia Brunini.

Voli in calo a Milano: l’ottimismo di Brunini

L’amministratore si definisce ottimista: “Vogliamo guardare con fiducia al futuro e quindi valutiamo che lo scenario più probabile sia quello di un ritorno ai livelli 2019 intorno al 2024“, a differenza della media del settore a livello internazionale che prevede un ritorno alla normalità nel 2025.

E conclude: “Noi crediamo però che il nostro territorio e le nostre azioni possano anticipare di un anno”.

LEGGI ANCHE: Airtaxi Sea: entro il 2025 arrivano i primi voli elettrici

Leggi anche

Contents.media