×

Coronavirus, rimandate le fiere previste a Rho

Slittano a marzo le rassegne dei mesi di gennaio e febbraio a Rho Fiera. La pandemia ferma ancora i grandi eventi.

Rimandate le Fiere a Rho

Oltre al rinvio del Salone del Mobile, mercoledì 19 gennaio, si apprende che tutte le kermesse programmate a Rho Fiera Milano nei mesi di gennaio e febbraio sono state rimandate a marzo.

Rimandate le Fiere a Rho: le nuove date

La variante Omicron costringe a posticipare le manifestazioni dedicate a moda, accessori e pubblicità.

Il salone internazionale della calzatura –Micam– è stato riprogrammato tra il 13 e il 15 marzo, stesse date anche per il salone internazionale della pelletteria e degli accessori moda –Mipel– e il salone del cosiddetto haut-à-porter –The One Milano-. Per quanto riguarda l’evento dedicato al gioiello moda e all’accessorio, Homi Fashion & Jewels Exhibition, la nuova data prevista è dall’11 al 14 marzo.

Rimandate le Fiere a Rho: l’obiettivo

Gli organizzatori motivano il rinvio, sottolineando l’obiettivo: “incontrare al meglio gli operatori di tutto il mondo e offrire a un maggior numero di buyer l’opportunità di partecipare (…). Questa nuova collocazione, che raccoglie le indicazioni del mercato e degli operatori, ha come principale obiettivo quello di offrire nuovamente una piattaforma in grado di mettere insieme tutto il sistema moda e proporre al pubblico internazionale dei visitatori professionali un’unica grande occasione di business in un momento di maggior serenità“.

Rimandate le Fiere a Rho: necessario un clima di maggiore serenità

La PromotionTrade Exhibition, la manifestazione dedicata a oggettistica pubblicitaria, regalistica, tessile promozionale e tecnologie per la personalizzazione, prevista nel mese di gennaio, è stata posticipata al 9-11 marzo. L’organizzazione scrive in una nota: “Una nuova collocazione in prossimità della primavera identificata grazie al confronto continuo con il mercato, che consentirà di svolgere l’appuntamento in un clima di maggiore serenità per tutti gli attori della filiera“.

LEGGI ANCHE: Covid, uffici deserti a Milano: i dipendenti tornano in smart working

Leggi anche

Contents.media