×

Botti vietati a Capodanno: Milano tutela gli animali e riduce l’inquinamento

Il Comune ha attivato la misura dal 1° ottobre al 31 marzo

Milano tutela gli animali, no ai botti di capodanno

A Milano sono vietati botti, fuochi d’artificio, giochi pirotecnici e barbecue nella notte di Capodanno. La misura del Comune era già attiva dal 1° ottobre al 31 marzo, per tutelare la qualità dell’aria e salvaguardare gli animali e i cittadini.

Capodanno, botti vietati: gli obiettivi

Il divieto, in primis, ha l’obiettivo di ridurre il PM10,ovvero le particelle inquinanti nocive per i polmoni. Inoltre, mira a tutelare il benessere degli animali, i quali terrorizzati dallo scoppio rischiano di scappare o spaventarsi eccessivamente, e della fauna cittadina.

Capodanno, botti vietati: le parole di Elena Grandi

Dai dati dell’annuario delle emissioni Inemar, redatto da Arpa, emerge che i fuochi d’artificio sono responsabili del 6% del PM10 presente in città.

L’assessore all’Ambiente e Verde, Elena Grandi, dichiara: L’esplosione di fuochi d’artificio e botti è particolarmente dannoso e rilascia diverse sostanze nocive in quantità massicce come potassio, stronzio, bario, magnesio, alluminio, zolfo, titanio, manganese, rame, cromo e piombo”.

Capodanno, botti vietati: ogni anno muoiono migliaia di animali

I dati registrati in questi anni dalle diverse stazioni della rete Arpa, sottolineano che nella notte tra il 31 dicembre e il 1° gennaio c’è un incremento delle concentrazioni con un picco dalla mezzanotte alle prime ore del mattino del primo giorno dell’anno.

La causa? Ovviamente i botti di Capodanno, i quali conferiscono un notevole contributo alle concentrazioni di PM10 e PM2.5. Anche il Wwf evidenzia dati preoccupanti: ogni anno, in Italia, gli animali che muoiono a causa dei botti di fine anno sono diverse migliaia, tra cui uccelli, cani, gatti e altri animali domestici che, spaventati, corrono il rischio di vagabondare per strada ed essere coinvolti in incidenti o colpiti da infarto.

LEGGI ANCHE: Capodanno, boom di disdette per gli hotel di Milano

Leggi anche

Contentsads.com