×

Turismo Milano: alberghi vuoti e ristoranti in perdita

Per Capodanno occupato solo il 30% delle stanze: la situazione del turismo

Ristoranti e alberghi Milano

Rispetto al 2019, secondo i dati di Confcommercio, il 2021 si chiuderà con 60 milioni di arrivi in meno in Italia e 13 milioni di viaggi verso l’estero.

Turismo Milano: le preoccupazioni di Sangalli e Naro

Carlo Sangalli, presidente di Confcommercio, chiede al governo “più sostegni, la proroga della cassa integrazione e adeguate moratorie fiscali.

Non è pensabile un’economia senza il traino fondamentale del turismo“. Secondo Maurizio Naro, presidente di Federalberghi Milano, “il Covid ci ha gettato in un burrone da cui non riusciamo a uscire. Ogni volta che pensiamo di aver raggiunto il ciglio, scivoliamo. Ci avevano detto che non ci sarebbero più state chiusure, ma le promesse non sono state mantenute. Il vaccino è di grande aiuto, ma non ancora risolutivo, specie per il nostro settore”.

Naro aggiunge: “Al 27 dicembre, in città è occupato il 20 per cento delle camere e a Capodanno arriveremo al 30 per cento, mentre negli stessi giorni del 2019 eravamo rispettivamente al 71 e all’80 per cento. L’anno scorso eravamo in lockdown e solo il 10 per cento delle camere era occupato, ma stiamo comunque lavorando in perdita, dato che per un albergo il break even point si raggiunge con un’occupazione del 60 per cento”.

Infine, conclude: La gente ha ripreso a viaggiare, ma non parte se teme di non potersi divertire una volta arrivata a destinazione“.

Turismo Milano: il mondo del teatro

Nella serata di lunedì 27 dicembre, al Teatro degli Arcimboldi, è tornato il musical Ghost, sospeso poco dopo il debutto a febbraio 2020, a causa della pandemia. Secondo Gianmario Longoni, direttore artistico di Show Bees, la replica del 31 dicembre -tendenzialmente la più gettonata- dovrebbe riuscire a riempire circa la metà del teatro: “Il tradizionale brindisi sarà in formato take away: a ogni spettatore forniremo una box contenente spumante e panettone, che chiederemo di consumare all’esterno.

Non credo che la gente tema di contagiarsi a teatro, ma piuttosto di finire in isolamento fiduciario prima dello spettacolo e quindi di non poter venire”.

Turismo Milano: il mondo dell’arte

Sotto il punto di vista artistico, invece, mostre e musei presentano segnali positivi. Il direttore della Pinacoteca di Brera, James Bradburne, annuncia: “Siamo molto contenti del numero di prenotazioni e del fatto che Milano abbracci l’opportunità di visitare durante le feste la sua grande casa. Stiamo lavorando al progetto di Great Men, il film interattivo sulle vite di Napoleone e Dante al tempo del Covid che sarà disponibile su Brera Plus dal 30 dicembre e che tutti coloro che hanno acquistato e acquisteranno un ingresso in questi giorni potranno vedere gratuitamente”.

LEGGI ANCHE: Covid a Milano: circa 75mila persone sono in quarantena

Leggi anche

Contents.media