×

Turismo, disdetti voli e hotel a Milano. Sala: “E’ colpa della variante Omicron”

Alla scoperta della campagna "Fly to Milano". Troppe disdette sia per alberghi che per le compagnie aeree.

Milano, disdette voli e alberghi

La variante Omicron ha scatenato nuovamente ansie e timori, frenando le presenze e i pernottamenti nel capoluogo lombardo.

Voli e hotel, Milano: l’annuncio di Sala

Durante l’inaugurazione dei mercatini di Natale in piazza Duomo, il sindaco Beppe Sala ha annunciato: “È un dato molto sensibile, quello degli arrivi.

Da quando è uscita la notizia sulla variante, mi hanno segnalato da Sea che ci sono state parecchie disdette. Per fortuna c’era un buon traffico turistico sugli aeroporti. Ho verificato proprio oggi i dati, anche se basta una minima notizia negativa per bloccare un po’ le cose”. E prosegue: “Linate è già nella giusta dimensione. A Malpensa c’è invece ancora spazio di crescita, anche se i low cost sono già vicini al 50%”.

Voli e hotel, Milano: le prenotazioni delle camere

Per quanto riguarda le prenotazioni delle camere degli alberghi, il presidente di Federalberghi Milano, Brianza e Lodi, Maurizio Naro, che si occupa di aggiornare i dati quotidianamente, fa il punto della situazione: “I letti occupati per Sant’Ambrogio sono il 30-35 per cento del totale, lievemente più alto il dato per questo weekend, intorno al 50. Dal 10 dicembre in avanti le camere prenotate sono però solo una su dieci”.

In merito alla variante aggiunge: “Difficile stabilire se sia la causa, anche per via delle prenotazioni last minute. Qualche cancellazione c’è stata sicuramente, ma è difficile isolarla statisticamente“.

Voli e hotel: “Fly to Milano”

Milano&Partners, Sea, Assolombarda, Federalberghi, Confesercenti e Nexi hanno appena lanciato la campagna “Fly to Milano“, la quale si propone di regalare una notte in più ai visitatori che arrivano in città in aereo e che hanno una prenotazione alberghiera per almeno due notti.

La promozione sarà valida fino al 31 marzo.

Gianluca Scavo, Assolombarda, afferma: “Fare leva sull’attrattività internazionale di Milano nel mondo è strategico per la ripresa del settore. I numeri sono incoraggianti. Gli arrivi in città sono aumentati rapidamente con le riaperture a partire da marzo 2021 e sono aumentati ulteriormente in estate. Mantenere questo trend di ripresa è importante”.

LEGGI ANCHE: Volandia: dagli Usa arriva una vecchia Freccia Tricolore

Leggi anche

Contents.media