×

Covid a Milano: aumento della mortalità del 32 per cento

Condividi su Facebook

Un triste scenario che ha visto aumentato il tasso di mortalità a Milano.

Le devastanti conseguenze della pandemia si sono riversate nel Milanese, che ha pianto 33.791 vittime. Se da un lato la percentuale dei positivi è quasi stabile, intorno allo 0,3%, i risultati tra il 2019 e il 2020 sono stati piuttosto preoccupanti.

Covid a Milano: aumento della mortalità

Sebbene ci sia una buona ripresa, soprattutto dal punto di vista economico, i dati complessivi rilevano un tasso di mortalità decisamente aumentato. Nei comuni della zona Adda Martesana si è visto un aumento dei morti del 40,1% tra il 2019 e il 2020.

Sono presenti anche Abbiategrasso e Magenta, con un incremento rispettivo del 30,7% e 26,6%. A pagarne le maggiori conseguenze, in particolare nella zona Nord Ovest, è Pogliano Milanese, con numeri che sfiorano il 52,9%.

Tribiano ha evidenziato un preoccupante 115,4%, mentre gli altri comuni hanno visto un lieve decremento.

Covid a Milano: 100 nuovi casi ma zero morti

Se i dati tra il 2019 e il 2020 non lasciano trasparire particolare ottimismo, la mortalità attuale è pari a zero. Il report di mercoledì 7 luglio ha infatti evidenziato 100 nuovi contagi, di cui nessun morto. Si tratta di una notizia leggermente confortante, ma non bisogna abbassare la guardia.

I ricoveri sono 150 (-8), mentre in terapia intensiva 44 (-1). Segue il bollettino completo.

Covid a Milano: bollettino per provincia

Mercoledì 7 luglio, Milano

Milano: +55
Milano città: +40
Bergamo: +9
Brescia: +4
Como: +4
Cremona: 0
Lecco: 0
Lodi: +9
Mantova: +5
Monza e Brianza: 0
Pavia: +5
Sondrio: 0
Varese: +9

Leggi anche

Contents.media