×

Quali sono le province italiane più vivibili? La situazione di Milano

Condividi su Facebook

La classifica del Sole 24 Ore rivela che la migliore città per qualità della vita dei bimbi sia Cagliari.

Cagliari, miglior città per i bimbi

Secondo la classifica stilata dal Sole 24 Ore, sulla base di 12 parametri e seguendo i tre target generazionali, Cagliari, Ravenna e Trento si aggiudicano il podio.

Province italiane più vivibili: la situazione di Milano e Roma

Il capoluogo lombardo e la capitale d’Italia si manifestano solo nella top 10 rivolta agli over 65: guadagnandosi rispettivamente decima e ottava posizione, grazie agli importi medi delle pensioni.

Per quanto riguarda i bimbi, entrambe le città sono penalizzate dal ridotto spazio abitativo. Ancora peggio la classifica dei giovani: 76° e 106° posto, a causa degli affitti troppo elevati.

Province italiane più vivibili: la classifica per la fascia 0-10 anni

Cagliari guadagna senza dubbio il primo posto, seguita da Prato, Udine, Ravenna e Ferrara. Non si può dire la stessa cosa per la città di Napoli, che in questo caso è decisamente ultima in classifica.

Il capoluogo sardo eccelle nel numero di pediatri attivi, e inoltre, offre uno dei rapporti migliori tra retta dell’asilo nido e reddito medio dichiarato, mettendo a disposizione il 27% dei posti per i bambini da 0 a 3 anni.

Province italiane più vivibili: la classifica dei giovani e degli anziani

Ravenna è la città più attraente per i giovani, mentre Trento la migliore per il benessere degli anziani. Un minuto di silenzio per Roma e Agrigento, che assumono il posto 107 nelle rispettive classifiche.

Nelle province sopracitate, negli ultimi cinque anni, la popolazione tra i 18 e i 35 anni è in crescita. Il Mezzogiorno, purtroppo, non è in cima in nessuna delle tre graduatorie. La città di Bologna è all’ottavo posto per il benessere dei giovani e al quinto per quello degli anziani.

LEGGI ANCHE: Classifica clima e qualità della vita 2020: Milano agli ultimi posti

Leggi anche

Contents.media