×

Nasce il Taxi solidale a Milano: corse gratis a chi ne ha bisogno

Condividi su Facebook

Il Comune di Milano, tramite il servizio Milano Aiuta, crea il "Taxi solidale" ossia il taxi completamente gratuito per chi ne ha bisogno

taxi solidale milano
taxi solidale milano

Dal 1 marzo 2021 a Milano girerà il “Taxi Solidale” il servizio taxi gratuito dedicato alle persone più fragili. Così si estendendo i servizi di Milano Aiuta del Comune di Milano per non lasciare indietro nessuno, soprattutto durante la pandemia.

Taxi solidale a Milano

Grazie alla fondazione europea Guido Venosta, che ha promosso l’iniziativa, ora a Milano girerà anche il Taxi solidale, un taxi completamente gratuito per coloro che ne hanno più bisogno.

Gli aventi diritto al taxi solidale sono persone in difficoltà economiche, persone disabili, gli over 65, minori accolti in comunità e i volontari di Milano Aiuta.
Sarà proprio Milano Aiuta a fare da tramite tra i taxi e i richiedenti.

Chi vorrà usufruire del nuovo servizio, attivo dal 1 marzo 2021, dovrà chiamare al numero di Milano Aiuta, lo 020202. Saranno poi i volontari di Milano Aiuta a collegarli con i radiotaxi di Milano e a pagare per il richiedente la corsa.

Per Taxi solidale la fondazione Guido Venosta ha messo a disposizione un budget di 1 milione di euro, che servirà a coprire l’intero costo delle corse. Il servizio sarà attivo tutti i giorni 24 ore su 24 fino ad esaurimento dei fondi disponibili, e comunque per un periodo massimo di sei mesi, quindi fino al primo settembre.

Da settembre in poi si valuterà se estendere il servizio a ulteriori categorie, ad esempio il personale medico e paramedico, fino ad accompagnare i cittadini ai centri vaccinali“ scrivono in una nota dal comune.

In accordo con Fondazione Guido Venosta, che ringraziamo per la bella iniziativa mettiamo a disposizione lo 020202 con Milano Aiuta per permettere alle persone più in difficoltà che già intercettiamo di poter utilizzare gratuitamente il taxi, se necessario.

Abbiamo pensato alle ragazze e ai ragazzi disabili che devono raggiungere ogni giorno i loro centri, agli anziani, ai volontari che continuano a recarsi al domicilio delle persone in isolamento che faticano a uscire di casa, per aiutarle. Un altro importante segnale di attenzione verso i più deboli, ancora una dimostrazione di aver scelto la solidarietà come modo per ridare forza alla nostra città“ ha commentato l’assessore alle politiche sociali e abitative, Gabriele Rabaiotti.

Leggi anche

Contents.media