×

Guidami: progetto di segnaletica tattica a cura di Legambiente

Guidami è il progetto di segnaletica tattica realizzata dal Comune di Milano con Legambiente, per sensibilizzare i cittadini a sostarsi in modo green.

guidami milano

Guidami è il nuovo progetto di segnaletica tattica realizzato dal Comune di Milano in collaborazione con Legambiente. La mattina del 22 febbraio Federico del Prete, presidente di Legambici APS, con l’assessore all’urbanistica Pierfrancesco Maran hanno inaugurato la nuova segnaletica che sensibilizzerà i cittadini a spostarsi in modo green per la città.

Segnaletica tattica a Milano: il progetto

Una nuova segnaletica è spuntata tra le strade di Milano e su cui è ben visibile la scritta “Guidami”. Il messaggio contenuto nella nuova segnaletica guiderà i cittadini e darà loro informazioni sugli spostamenti, su quanto tempo ci vuole per raggiungere i punti principali della città e soprattutto quanto si inquina se si preferisce farlo in auto. Accanto a queste informazioni vi è persino il calcolo delle calorie che si bruciano se invece si opta per raggiungere la destinazione a piedi o in bici.

Il tutto è segnato per sensibilizzare i cittadini e incentivarli a spostarsi a piedi o in bici piuttosto che a bordo di mezzi inquinanti.

A posizionare su tre itinerari nella città Milano (Abbiategrasso-Missori, Costantino-Loreto e Gambara-Stovani) i 198 cartelli di segnaletica tattica, tradotti in 7 lingue, sono stati i giovani di Agesci Milano.

Sono in totale 23km di percorso coperto dalla segnaletica, che rendono questo progetto il più ampio progetto di segnaletica tattica presente in tutta Italia.

spiega soddisfatto Federico del Prete, presidente di Legambici APS.

Da un lato è volto a favorire il trasporto pubblico, dall’altro c’è la voglia di informare i cittadini sui servizi presenti in città che non sono noti ai cittadini e c’è bisogno d’informali. Parlo ad esempio della rete ciclabile che ha avuto una grande evoluzione nell’ultimo semestre. Non tutti conoscono i nuovi percorsi spiega l’assessore Maran.

Leggi anche

Contents.media