×

Negozi chiusi causa Covid: a Milano sono quasi 600

Condividi su Facebook

Sono molti i negozi che a causa della crisi innescata dal covid sono stati chiusi a Milano: circa 600 tra negozi di abbigliamento e ristoranti.

negozi chiusi causa covid
negozi chiusi causa covid

Sono quasi 600 i negozi a Milano chiusi a causa della crisi innescata dal Covid. E’ questo che ci condivide Movimprese, approfondendo i dati condivisi dalla Camera di Commercio.

I negozi chiusi a causa del covid

Per capire quali sono i negozi chiusi a causa del covid bisogna ragionare all’inverso e chiedersi: chi è sopravvissuto alla crisi innescata dal covid? A questa domanda basta pensare a come abbiamo impiegato, quasi tutti noi, le nostre giornate.

Chiusi in casa per molti mesi, per poi uscire solo poche volte, limitando al minimo le uscite, gli incontri, gli spostamenti. Si sono salvati solo coloro che vendono alimentari e qualche negozio di quartiere come farmacie, panetterie, forse i parrucchieri ma il resto, e soprattutto i negozi di abbigliamento o i ristoranti e i bar, sono stati non solo poco frequentati ma anche costantemente chiusi per lunghi periodi, destinandoli alla crisi se non proprio alla chiusura.

Secondo Federmoda sono 200 i negozi di abbigliamento chiusi a Milano. “Siamo il settore che sta soffrendo di più per un motivo molto semplice. I prodotti che si vedono in vetrina oggi sono stati acquistati più di un anno fa, quando nessuno si sarebbe mai immaginato una situazione simile e in quantità calcolate su previsioni di vendita che non contemplavano certo una pandemia. Non solo, per legge l’abbigliamento con il passare del tempo perde valore, quindi ciò che oggi è in magazzino, domani varrà meno della metàspiega Massimo Torti, segretario generale di Federmoda.

Un dato che peserà soprattutto sull’anno in corso, spiega Torti.

Per i ristoranti la situazione non è diversa: 137 quelli chiusi al 2021. 85 invece le cartolerie e le edicole chiuse. Gli unici settori in ripresa sono due: alimentari +78 nuovi negozi in città e i negozi online, con 433 nuove aperture. Sembra allora quasi d’ispirazione l’esempio dell’edicola quotidiana, che unisce ai servizi di una normale edicola anche la possibilità di fare la spesa di tutti i giorni. Ragionare fuori dagli schemi potrebbe essere la vera sfida del 2021 per salvare l’economia cittadina.

Leggi anche

Contents.media