×

Fridays For Future: flash mob per ricordare l’accordo di Parigi

Condividi su Facebook

I ragazzi del movimento Fridays For Future realizzeranno un flash mob venerdì 11 in piazza Duomo per ricordare l'accordo di Parigi.

milano fridays for future
milano fridays for future

I ragazzi di Fridays For Future daranno vita ad una protesta in piazza Duomo per ricordare la necessità del rispetto dell’accordo di Parigi e mantenere il riscaldamento globale sotto la soglia di 1.5 gradi.

La protesta dei Fridays For Future in Duomo

Si riuniranno venerdì 11 dicembre alle 18.00 in piazza Duomo per formare insieme la scritta Fight For 1,5. Un flash mob ordinato e artistico, che però contiene un messaggio forte e che non può restare inascoltato: quello di salvare il pianeta. Un’urgenza che è diventato un impegno non prorogabile per i tanti giovani che ormai fanno parte del movimento internazionale dei Fridays For Future dal 2018.
“Il 4 dicembre, Fridays For Future ha pubblicato il testo di una promessa che impegna i firmatari a lottare con tutte le loro forze perché i leader mondiali rispettino l’obiettivo di Parigi: mantenere il riscaldamento globale entro la soglia di 1 grado e mezzo.

La promessa è aperta al pubblico ed è la prima azione di Fff per il quinto anniversario dell’Accordo di Parigi, che cade il 12 dicembre 2020“ spiegano gli organizzatori che con questo flash mob sostengono la richiesta del movimento. L’accordo di Parigi è stato firmato nel 2015 ma ad oggi l’inquinamento è solo che peggiorato e le conseguenze del riscaldamento globale le viviamo direttamente sulla nostra pelle con i cambiamenti climatici che stanno investendo il nostro pianeta.

Temporali devastanti, nevicate abbondanti, alluvioni, chicchi di grandine grossi come pietre. L’incremento di questi fenomeni è solo una conseguenza del riscaldamento globale. “Siamo consapevoli della gravità della crisi sanitaria e rispetteremo tutte le misure necessarie per evitare i contagi, ma questo è un momento fondamentale per far sentire la nostra voce e supportarci tra attivisti internazionalmente spiega Andrea Galassini di Fridays for Future. D’altronde se l’emergenza sanitaria ci ha insegnato qualcosa è proprio il fatto che l’azione del singolo impatta su quella della comunità intera.

Leggi anche

Contents.media