×

75 mila euro per le luminarie di Natale: il dissenso dei cittadini

Condividi su Facebook

La decisione del comune di stanziare 75mila euro per l'accensione di luminarie per il Natale 2020 ha suscitato alcune critiche da parte dei cittadini.

luminarie natale
luminarie natale

Il comune ha approvato l’assegnazione di 75mila euro per la realizzazione di luminarie e addobbi in vista dell’arrivo del Natale. L’idea è quella di mantenere accese le luci come monito di speranza e solidarietà, nonostante l’emergenza sanitaria.

La notizia tuttavia non è sfuggita ai cittadini, che hanno subito espresso malcontento per la decisione del comune. Sono infatti in molti a ritenere più opportuno lo stanziamento di questi fondi per l’aiuto delle famiglie più in difficoltà, secondo lo spirito più autentico del Natale.

Luminarie per il Natale 2020: il malcontento dei cittadini

L’amministrazione ha messo a disposizione 75mila euro, con un massimo di 3 mila euro per ogni singolo progetto, a favore delle Associazioni di Via, le Istituzioni e i Comitati di quartiere che siano in grado di realizzare, senza far ricorso a sponsor, a progetti di installazione di luminarie per il Natale 2020.

L’idea però non è andata a genio a molti cittadini di Milano, che la ritengono una spesa superflua in vista dell’attuale crisi sanitaria ed economica.

Tra i motivi che hanno suscitato dissenso vi è l’impossibilità per molti cittadini di usufruire delle nuove luminarie a causa dell’istituzione della zona rossa. “Che senso ha spendere soldi per delle luci che nessuno potra vedere?“, chiedono alcuni. Altri invece sono scettici in merito all’utilizzo delle risorse per qualcosa che è ritenuto poco necessario.

Secondo molti cittadini, potrebbe essere un’idea migliore impiegare i soldi per aiutare chi è in difficoltà, in questo particolare Natale, sacrificando per una volta le decorazioni.

In ogni caso, il comune ha approvato le linee di indirizzo per l’assegnazione dei contributi, e le luminarie saranno accese dal 21 novembre al 10 gennaio. “Le luminarie sono un segno di luce e di speranza“, spiega Cristina Tajani, assessore alle politiche per il lavoro, attività produttive e commercio.

L’installazione delle luci sarà infatti “utile a rinsaldare il profondo legame tra il tessuto commerciale della città e i suoi abitanti“.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche