×

Come richiedere il sussidio del Comune per le microimprese

Condividi su Facebook

Comune di Milano: come richiedere il sussidio per le microimprese colpite dal Coronavirus

Come richiedere il sussidio del Comune
Come richiedere il sussidio del Comune

Milano sostiene i piccoli imprenditori in difficoltà per il Coronavirus con 5,5 milioni di euro di contributi. A chi spettano e come fare per accedere alla domanda. Ecco come richiedere il sussidio del Comune.

Come richiedere il sussidio del Comune

Un sostegno per gli imprenditori, per gli artigiani e per tutti coloro che sono stati fortemente colpiti dall’emergenza Coronavirus. Dal 27 ottobre al 30 dicembre 2020 sono aperte le domande per l’accesso ai contributi che l’Amministrazione di Milano ha messo a disposizione. Contributi per un totale di 5,5 milioni di euro quelli che il comune di Milano ha stanziato per creare e stabilizzare posti di lavoro in favore delle microimprese.

“In questi mesi l’impegno del Comune di Milano a fianco del commercio non è mai venuto meno con uno sforzo di quasi 9 milioni di euro suddiviso su diverse misure”, dichiara l’assessora alle Politiche per il Lavoro, Attività Produttive e per il Commercio, Cristina Tajani. La Tajaini speifica che si tratta di “un approccio che è nostra intenzione proseguire anche nei prossimi mesi, per quanto di nostra competenza. Mi auguro che alle nostre risorse possano aggiungersene altre, da parte di Regione Lombardia e del Governo nazionale”.

Contributi per microimprese: a chi spettano

Le risorse stanziate per aiutare le piccole imprese provengono dal Fondo di Mutuo Soccorso, il fondo che il sindaco Beppe Sala Istituì lo scorso aprile. Il contributo è esclusivamente finalizzato alla creazione e stabilizzazione dei posti di lavoro, contributi a cui possono aver accesso tutte le microimprese dei settori colpiti dal Coronavirus, quindi le attività al dettaglio (fatta eccezione per i generi alimentari), estetisti, parrucchieri, estetisti, ristoratori, agenzie di viaggi, insomma tutte le attività colpite dalle misure applicate per contingentare la diffusione del virus a condizione che abbiano subito l’obbligo di chiusura per almeno 56 giorni.

Due tipologie di sostegno quelle previste dal comune di Milano: un contributo massimo di 20 mila euro per coprire le spese sostenute nella creazione di rapporti lavorativi subordinati e a tempo indeterminato; e un contributo di 15 mila euro per coprire le spese affrontate per l’attivazione di contratti a tempo determinato di non meno di un anno e apprendistato a tempo pieno.

Sempre due le fasi di stanziamento: un primo acconto del 20% e un saldo allo scadere dei 12 mesi dalla sottoscrizione del contratto di lavoro.

La domanda dei sussidi si potrà fare solo online dal 27 ottobre ed entro le ore 12.00 del 30 dicembre 2020 dal sito del Comune di Milano, sezione Bandi e contenuti.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche