×

Persona travolta e uccisa da un treno a Pioltello: gravi ritardi e traffico in tilt

Condividi su Facebook

Una persona è stata travolta da un treno alla stazione di Pioltello nella mattinata di mercoledì 1 aprile: i treni hanno subito gravi ritardi.

persona travolta treno pioltello
persona travolta treno pioltello

Non sono ancora state rese note le generalità della persona che è stata travolta e uccisa da un treno transitato nei pressi della stazione di Pioltello, nell’hinterland di Milano. L’incidente è avvenuto nella tarda mattinata di mercoledì 1 aprile, intorno alle ore 11:20.

A causa dell’investimento, inoltre, i treni hanno subito gravi ritardi fino a due ore.

“A causa dell’investimento di una persona avvenuto nei pressi della stazione di Pioltello Limito e il conseguente intervento da parte delle Autorità competenti – si legge sul sito di Trenord -, i treni potranno subire ritardi di 120 minuti, variazioni di percorso o cancellazioni”.

Pioltello, persona travolta da un treno

Una persona è stata travolta e uccisa da un treno che stava transitando nella tarda mattinata di mercoledì 1 aprile alla stazione di Pioltello Limito.

Il convoglio in questione, con a bordo pochissimi passeggeri, era il numero 2615 partito da Milano Centrale e diretto a Bergamo delle ore 11:05. L’incidente sarebbe invece avvenuto intorno alle ore 11:20 e avrebbe causato un grave rallentamento della circolazione ferroviaria con possibili disagi fino a 120 minuti.

I viaggiatori erano comunque molto ridotti anche a causa dell’emergenza coronavirus.

Sul posto si sono precipitati i vigili del fuoco di Milano Messina e Gorgonzola con tre unità, i soccorsi del personale medico del 118 e la polizia ferroviaria. Presenti anche i carabinieri. Sono in corso le indagini per accertare le possibili cause dell’investimento. Non si esclude alcuna pista, nemmeno quella di un possibile gesto volontario. Non sono state rese note le generalità della persona investita, che però sarebbe deceduta.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche