×

Aumento biglietti Atm per bus e metrò: le nuove tariffe

Rincari fino a 30 centesimi in più. Salvi gli abbonamenti

I biglietti Atm aumenteranno di prezzo: quando scattano i rincari

Il prezzo del biglietto Atm aumenterà ancora, da un minimo di 2,10 euro a un massimo di 2,30.

Aumento biglietti Atm: l’adeguamento delle tariffe del Tpl

È ufficiale: i viaggiatori dovranno fare i conti con il nuovo rincaro dei ticket.

È stato ufficializzato mercoledì 3 agosto dall’assemblea dei soci dell’agenzia del trasporto pubblico locale del bacino della città metropolitana di Milano, Monza e Brianza, Lodi e Pavia, l’ente che si occupa delle società del trasporto pubblico locale. La riunione è servita per ragionare sulla “recente normativa regionale e sul “connesso regolamento in tema di adeguamento delle tariffe del Tpl”.

Aumento biglietti Atm: salvi gli abbonamenti

“Il regolamento tariffario regionale stabilisce che le tariffedebbano essere adeguate annualmente in base al tasso di inflazione definito dalla regione stessa con proprio atto, corretto in funzione di indicatori di qualità definiti dalle agenzie”.

L’aumento dovrebbe scattare tra ottobre e novembre. Per essere adeguati all’inflazione I biglietti dovrebbero aumentare di una cifra che oscilla tra i 10 e i 30 centesimi. Salvi gli abbonamenti. Il Pirellone, con una deroga, ha lasciato all’agenzia la possibilità di concentrare gli aumenti “in modo differenziale” tra titoli di viaggio occasionali e abituali.

L’agenzia ha reso noto: “Nell’ambito dell’assemblea si sono raccolte le indicazioni da parte degli enti soci in merito alla volontà di avvalersi di tale facoltà, operando incrementi tariffari differenziali che salvaguardino i titoli in abbonamento utilizzati dall’utenza sistematica per gli spostamenti per motivi di scuola e lavoro”.

Aumento biglietti Atm, Censi: “Nessuna possibilità di scelta”

Il rincaro ha inevitabilmente provocato scontento e acceso polemiche. Su tutte le furie Arianna Censi, assessore alla mobilità del comune di Milano: “Se avessimo potuto scegliere, non avremmo certo deciso ora l’adeguamento tariffario all’Istat dei biglietti, in un momento economicamente difficile per i cittadini”.Inoltre, ha proseguito: “Ci siamo adeguati ad una norma che è stata imposta dalla Regione, a trazione leghista, con una legge approvata a luglio”.

Censi ha sottolineato la scelta di non intervenire sugli abbonamenti, ma solo sui titoli occasionali, al fine di tutelare chi utilizza quotidianamente il traporto pubblico.

LEGGI ANCHE: Atm, in arrivo le nuove pensiline con ricaricatori usb e schermi touch

Leggi anche

Contentsads.com