×

Treni cancellati, quando riaprirà il Passante ferroviario di Milano?

L'assessore alle infrastrutture trasporti e mobilità sostenibile di regione Lombardia: "Non c'è una data di riapertura"

Caos trasporti, quando riaprirà il Passante ferroviario di Milano?

Attualmente non si sa ancora quando riaprirà il Passante di Milano. Nella giornata di sabato 23 luglio i tecnici hanno trovato tra le fermate di Dateo e Porta Vittoria una rotaia fortemente usurata e “una rilevante quantità di limatura di acciaio in una tratta in curva, che testimonia un attrito anomalo fra la rotaia stessa e le ruote dei treni”.

Passante Milano: non c’è ancora una data di riapertura

A causa del consumo eccessivo delle ruote, Trenord ha bloccato 36 convogli, con oltre 100 corse al giorno saltate. Lunedì 25 luglio, a margine della presentazione della campagna di installazione dei defibrillatori nelle stazioni della rete di Ferrovienord, l’assessore alle infrastrutture trasporti e mobilità sostenibile di regione Lombardia Claudia Terzi ha dichiarato: Non ci sarà una data di riapertura del binario finché tecnici del Politecnico e di Trenord e Rfi non stabiliranno in maniera congiunta qual è il problema e quindi come si deve intervenire.

Che si tratti di una semplice sostituzione del binario o di altri interventi”.

Passante Milano: il sequestro

Secondo Trenord la causa sarebbe da rintracciare in un binario tra le stazioni di Dateo e Porta Vittoria. Tuttavia, Rfi – responsabile dell’infrastruttura – ha respinto questa ipotesi, ribadendo che non è stata rilevata nessuna anomalia.

Nel frattempo la Procura di Milano ha disposto il sequestro di un tratto di due binari, tra le fermate del Passante ferroviario di Dateo e di Porta Vittoria.

La Pm Maura Ripamonti del dipartimento “ambiente, salute, sicurezza e lavoro” ha aperto un fascicolo, per ora a carico di ignoti, con l’ipotesi di reato di “pericolo di disastro ferroviario”.

Riapertura Passante Milano: le materie prime scarseggiano

L’assessore Terzi ha precisato: “L’unico elemento da considerare, una volta realizzata l’infrastruttura della rotaia, è che ci vorrà del tempo per gli interventi di manutenzione straordinaria dei treni che sono passati di lì.

Bisognerebbe sostituire le ruote di tutti i 36 i treni“.

Terzi non nasconde che, attualmente, il mercato presenta scarsità di materie prime. Pertanto, ha sottolineato: “I tempi di fornitura sono molto lunghi. La scelta più logica è fare la manutenzione straordinaria sulle ruote dei treni“.

LEGGI ANCHE: Passante ferroviario di Milano, treni cancellati. Trenord: “Consumi anomali alle ruote”

Leggi anche

Contents.media