×

Sciopero dei taxi 24 novembre 2021: lo stop dalle 8 alle 22

Lo sciopero contro le iberalizzazioni previste nel ddl Concorrenza

sciopero taxi milano

Nella giornata di mercoledì 24 novembre, anche nel capoluogo lombardo c’è lo sciopero nazionale dei taxi: gli autisti si fermeranno dalle ore 8 alle ore 22.

Sciopero dei taxi 24 novembre: il ddl Concorrenza

Le organizzazioni sindacali hanno proclamato lo sciopero contro le liberalizzazioni del settore previste nel ddl Concorrenza, contenute nell’articolo 8.

Sciopero taxi 24 novembre: l’articolo 8

Il disegno di legge prevede la deroga sul “riordino dei servizi di mobilità urbana non di linea”. L’esecutivo, a sei mesi dall’entrata in vigore della legge sulla concorrenza, adotterà un decreto legislativo che garantisce la “promozione della concorrenza, anche in sede di conferimento delle licenze, al fine di stimolare standard qualitativi più elevati”. Il governo, infatti, apre alla concorrenza consentendo maggiore possibilità di scelta agli utenti con regole più stringenti per taxi, Ncc e Uber.

Sciopero taxi 24 novembre: i servizi sociali gratuiti

Tam, Satam, Unione artigiani, Acai Milano, Cisal Federtaxi, Ugl Milano, Fit-Cisl Lombardua, Unica Filt taxi Cgil, Uil trasporti, Uti Lombardia, Lega cooperative, Uritaxi hanno annunciato: “Come sempre, durante lo sciopero saranno garantiti servizi sociali gratuiti alle fasce deboli dell’utenza. I tassisti milanesi hanno deciso che eventuali somme corrisposte a titolo di rimborso spese saranno raccolte ed interamente devolute”.

LEGGI ANCHE: Trenord, in arrivo un nuovo sciopero: treni a rischio per 24 ore

Leggi anche

Contents.media