×

Atm, perdite per oltre 300 milioni causa Covid

Condividi su Facebook

Il prolungato lockdown e la diminuzione della mobilità hanno portato a oltre 300 milioni di perdite per Atm

autisti atm coronavirus
autisti atm coronavirus

Atm ha registrato perdite per oltre 310 milioni di euro di introiti a causa del lockdown e dell’emergenza sanitaria per la pandemia di Covid.

Le perdite Atm gravano direttamente sul bilancio del Comune e che il Governo centrale coprirà solo in parte con un contributo di 90 milioni.

Al momento Palazzo Marino può contare su 42,9 milioni di ristori per il trasporto pubblico.

Dal 16 novembre, per altre 7 settimane, 173 dipendenti dell’Azienda di Trasporto faranno cassa integrazione a rotazione, accedono al fondo di solidarietà bilaterale e percependo l’80% della retribuzione grazie all’integrazione di Atm.

Atm, perdite a causa dell’emergenza Covid

Le perdite di Atm sono da ricercare in primo luogo nella diminuzione della mobilità con i mezzi pubblici causati dal prolungato periodo di lockdown.

Non solo negozi e uffici chiusi riducono sensibilmente la mobilità cittadina, ma anche la preferenza per l’uso dell’auto privata da parte di molti milanesi.

Nel computo delle perdite di Atm di oltre 310 milioni ci sono inoltre le spese straordinarie sostenute dall’azienda di trasporto pubblico per potenziare le linee, garantendo più vetture in circolazione e scongiurano il rischio di assembramenti.

Critico Fabrizio De Pasquale, capogruppo di Forza Italia: «Il Governo rimborserà appena un terzo della perdita di Atm e i milanesi dovranno accollarsi gli altri 200 milioni.

Scandaloso triplicare gli abbonamenti per pensionati Atm e famiglie dei dipendenti».

Leggi anche

Contents.media