×

Nuovo Policlinico: sarà il più grande e moderno di Milano

Condividi su Facebook

Policlinico Milano: i lavori termineranno nel 2024. Il progetto, i costi e i lavori.

Policlinico di Milano

Il nuovo Policlinico di Milano sorgerà su un’area di 23mila metri quadrati: sarà il più grande e moderno ospedale di Milano city.

Nuovo Policlinico Milano: la struttura

“La struttura sarà costituita da due blocchi di 7 piani ciascuno, piano terra compreso, uniti da un blocco centrale di 3 piani, e da 2 piani interrati con un parcheggio da circa 500 posti per dipendenti, visitatori e pazienti.

L’intera struttura sarà realizzata con una tecnologia antisismica innovativa e materiali a ridotto impatto ambientale. Gli ambienti interni rispetteranno i cicli naturali. Le sale diagnostiche presenteranno scenari sereni e accoglienti, a misura di bambini, i letti di degenza saranno dotati di testate con luci biodinamiche: un tipo di illuminazione che imita la luce naturale”. Saranno disponibili 21 sale operatorie nel corpo centrale.

Nuovo Policlinico Milano: il giardino sul tetto

La vera innovazione riguarderà il corpo centrale, che ospiterà un “grande giardino terapeutico sopraelevato, sul modello della high line di New York con spazi protetti per le attività dei bambini, laboratori di cura dell’orto per i pazienti, aree dedicate alla pet therapy, allo yoga, al fitness per anziani e per le donne in gravidanza“.

La regione annuncia che l’edificio sud sarà dedicato a donne, neonati e bambini: “Qui si concentrerà la relativa area dell’urgenza, con il pronto soccorso ostetrico ginecologico, il soccorso violenza sessuale e domestica e il pronto soccorso pediatrico.

Ci sarà inoltre tutta l’area ginecologica e l’area dedicata alla maternità e alla patologia della gravidanza che, nel dettaglio, avrà un blocco parto con 11 sale travaglio, di cui 3 attrezzate per il parto in acqua, e 3 sale operatorie dedicate alle urgenze ostetriche”.

Il Pirellone aggiunge “Ci saranno inoltre due speciali ‘Case del Parto‘, ovvero dei mini appartamenti che ricreano un ambiente familiare, in cui la donna può vivere l’esperienza del parto in casa pur restando in un ambiente protetto.

L’accesso è identico a quello di un ricovero ordinario e quindi sarà gratuito: saranno dedicate a donne con una gravidanza a basso rischio e permetteranno di poter ricorrere, in caso di bisogno, agli specialisti e alle attrezzature d’avanguardia che si troveranno letteralmente alla porta accanto”.

Nuovo Policlinico Milano: le suite

Per non farci mancare nulla “nell’edificio nord si concentreranno le attività medico chirurgiche. Ci saranno un’area polispecialistica medica, per pazienti cronici e fragili e per persone con malattie rare, con neurologia, cardiovascolare, medicina interna, dermatologia e malattie infettive, un’area dedicata alla chirurgia generale e alle chirurgie super specialistiche, con particolare attenzione ai trapianti e all’organizzazione di percorsi di cura multidisciplinari”.

Il progetto prevede anche alcune suite all’ultimo piano degli edifici nord e sud per i pazienti che scelgono il ricovero in regime di solvenza.

Nuovo Policlinico Milano: costi e tempistiche

Parlando in termini economici, le spese per questo progetto sbalorditivo ammontano a 201 milioni di euro, di cui 135 milioni ricavati dalla valorizzazione del patrimonio immobiliare, altri 30 milioni saranno finanziati da regione Lombardia e 36 milioni previsti dal ministero della Salute.

Marco Giacchetti -Presidente del Policlinico- dichiara “L’opera sarà pronta entro la primavera estate 2024 e a ottobre metteremo a punto un info-point per tutti i cittadini con video e immagini che illustreranno il progetto, con un’area da 30-40 posti”.

Nuovo Policlinico Milano: parla Letizia Moratti

Nella giornata di martedì 20, Letizia Moratti –assessore al welfare- e Stefano Bolognini -assessore regionale allo sviluppo città metropolitana- hanno fatto una visita al cantiere. La Moratti precisa Si tratta di un grande progetto che solo Milano e la Lombardia potevano concepire e realizzare. Ora necessita di una comunicazione ampia per metterlo a conoscenza e a disposizione di tutta la città“. E conclude “Siete un esempio di eccellenza e noi, naturalmente, siamo a vostra disposizione per approfondire gli aspetti della vostra azione e delle tematiche scientifiche”.

LEGGI ANCHE: Ospedali migliori al mondo: 5 strutture milanesi in classifica

Leggi anche

Contents.media