×

Teatro Manzoni Milano: gli spettacoli in cartellone nel 2020

Condividi su Facebook

Prosa, comicità e molto altro: il programma 2020 del Teatro Manzoni di Milano.

teatro manzoni milano

Tra stagione di prosa e spettacoli di cabaret, concerti e commedie, la programmazione del Teatro Manzoni di Milano per quanto riguarda il 2020 è ricca di appuntamenti da segnare immediatamente in agenda. L’anno nuovo è iniziato a suon di Festival della Magia, ma sono tantissimi gli eventi in calendario per i prossimi mesi per i quali conviene cercare subito di accaparrarsi un biglietto in platea.

Teatro Manzoni Milano: la stagione

A fine gennaio, tanto per cominciare, sarà la volta del musical La Bibbia riveduta e scorretta degli Oblivion, tra gli show in assoluto più attesi dell’intero cartellone. Il perché è presto detto: questa rivisitazione in chiave comica e dissacrante delle Sacre Scritture, condita da personaggi realmente esistiti ma ovviamente rivisti in un adattamento teatrale che ha già divertito mezza Italia: è uno spettacolo da non perdere.

Spazio alla drammaturgia, invece, a febbraio prossimo, quando il Teatro Manzoni di Milano ospiterà la prima di The deep blue sea, ispirato al capolavoro di Terence Rattigan: il suo cast è stellare, tant’è che ne faranno parte Luisa Ranieri e Luca Zingaretti, ragion per cui è lecito aspettarsi grandi cose da questa commedia a tinte fosche ma, di sicuro, carica di significato. Per vederlo dal vivo, ci sarà tempo fino alla metà di febbraio, dopodiché si aprirà il sipario sull’esilarante Sento la terra girare della comica ed attrice siciliana Teresa Mannino.

Uno show che non è nuovo al Manzoni ma che tornerà in città per soddisfare l’enorme richiesta pervenuta. Sono svariate le tematiche, tutte attualissime, che la Mannino sfiora con delicatezza e disincanto in questa brillante commedia moderna: si spazia dai problemi ambientali a quelli di coppia, passando per fake news e molto altro ancora.

Una programmazione da non perdere

Fino alla metà di marzo si riderà con una versione alquanto visionaria del mitico cavallo di battaglia di Cervantes, vale a dire l’intramontabile Don Chisciotte. Fantastica la regia di Alessio Boni, coadiuvato da Marcello Prayer e Roberto Aldorasi, magistrale la sceneggiatura. A ridosso dell’equinozio di primavera sarà tempo di Se devi dire una bugia dilla grossa, un evergreen che è sempre e comunque capace di fare presa sul pubblico dei grandi teatri.

Resterà in città per quasi due settimane, per cui c’è tempo a sufficienza per correre a vederlo. Due giorni soltanto di stop e poi toccherà a Gli uomini vengono da Marte, le donne da Venere, uno spettacolo tutto da ridere e da gustare liberamente ispirato all’omonimo best seller a stelle e strisce dello psicologo John Gray. A maggio il palco sarà tutto dell’eroina più incredibile cui la penna di Agatha Christie abbia mai dato vita: la sua detective, protagonista di Miss Marple, Giochi di prestigio, interpretata da un’inedita Maria Amelia Monti che, ne siamo certi, farà letteralmente cadere giù il teatro con una commedia contemporanea ed assolutamente imperdibile.

Dove e quando acquistare i biglietti

Per acquistare i biglietti per gli appuntamenti del cartellone del Teatro Manzoni di Milano, ci sono due possibili soluzioni: ci si può recare personalmente in biglietteria, aperta dal lunedì al sabato dalle 10 alle 19 e fino a 45 minuti prima dell’inizio di ogni evento in programma, oppure si possono comodamente comprare da casa, tramite l’apposita sezione Acquista online presente sul sito ufficiale del teatro. In tal caso sarà possibile scegliere in totale autonomia quale posto si preferisca occupare, pagare con carta e stampare il biglietto cartaceo, evitando qualunque coda. Chi avesse invece deciso di abbonarsi alla stagione di prosa 2019-2020 del Teatro Manzoni di Milano, potrà recarsi direttamente in Teatro e godersi lo spettacolo senza dover sostenere, naturalmente, alcun costo aggiuntivo, neanche quello del guardaroba: ci penserà lo staff a ritirare i vostri capispalla e a custodirli mentre voi sarete in sala.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche