×

Case di lusso, arriva la nuova linea del Comune di Milano: revisionare gli oneri

Via al Forum della Rigenerazione Urbana. Tancredi pensa a una revisione del Piano di Governo del Territorio

Case di lusso, arriva la nuova linea del Comune di Milano: i progetti

L’assessore all’Urbanistica Giancarlo Tancredi sta lavorando alla revisione degli oneri per chi vorrà costruire in zone di particolare pregio.

Case di lusso, nuova linea del Comune. Parola d’ordine: riequilibrare

Negli ultimi anni il valore degli immobili nella Cerchia dei Bastioni, CityLife e Porta Nuova è aumentato notevolmente.

Tancredi afferma: “Gli oneri aumenteranno solo in alcune zone e cresceranno in proporzione all’aumento del valore immobiliare. Adesso la differenza di oneri tra interventi in centro dove poi le case vengono vendute a 15mila euro a metro quadro e quelli in periferia è davvero modesto. Per questo preferisco parlare di riequilibrio”.

Parte oggi, giovedì 3 novembre, e proseguirà fino all’8 novembre il Forum della Rigenerazione urbana, per immaginare e discutere le future trasformazioni della città, raccontare i principali progetti che ne cambieranno soprattutto i quartieri meno centrali, per orientarla sempre più verso una condizione “policentrica, responsabile e attrattiva”.

Inoltre, bisognerà ragionare sull’immediato futuro.

Case di lusso, nuova linea del Comune: revisionare il Pgt

Tancredi chiarisce: “Bisogna fare i conti con una prospettiva non troppo favorevole nel 2023 a causa della crisi economica e della guerra. A fronte invece di una crescita dei valori immobiliari del 30 o del 40% che nessuno era in grado di prevedere. Vuol dire una città che rischia di escludere delle fasce sociali, a partire dai giovani“.

Ripensare il Piano del governo del territorio, approvato a febbraio del 2020, diventa una priorità. Tancredi è al lavoro per revisionare il Pgt: “Uno dei temi sarà l’housing sociale per incrementarlo ancora di più, per avere alloggi in affitto e in vendita a prezzi accessibili”. Attualmente, sono previsti solo 8.000 alloggi di housing sociale da qui al 2030. Necessario potenziare i servizisoprattutto in periferia e lavorare in ottica di città metropolitana.

Infine, bisogna avviare subito un’interlocuzione con l’esecutivo in quanto ci sono molti temi legati ai fondi del Pnrr.

LEGGI ANCHE: Atm, aggrediti altri due dipendenti: uno colpito con un pugno

Leggi anche

Contentsads.com