×

Area B, la beffa di Move-In: multe per chi entra in città con un diesel Euro 4

Da martedì 18 ottobre chi entra in città con un diesel Euro 4 rischia la multa anche se in possesso del dispositivo Move-In. Le motivazioni

Area B, la beffa di Move-In: i diesel Euro 4 rischiano la multa

A partire da martedì 18 ottobre fino a data da destinarsi, a Milano, i diesel Euro 4 dotati di Move-In non potranno circolare dalle ore 8.30 alle 18.30.

Area B, la beffa di Move-In: cosa cambia da oggi?

Regione Lombardia ha introdotto nuovi divieti temporanei di primo livello per il mantenimento della qualità dell’aria. Il motivo? Nel capoluogo lombardo è stato raggiunto il quinto giorno consecutivo di superamento dei 50 microgrammi per metro cubo d’aria di Pm10.

Pertanto, chi è in possesso di una vettura fino ai diesel Euro 4 potrà, grazie a Move-In, entrare in Area B senza essere multato, ma potrà essere sanzionato se, circolando in città, verrà fermato da una pattuglia di vigili.

Questo si verificherà nonostante l’automobilista abbia installato la scatola nera (che, ricordiamo, ha un costo di 50 euro: 30 per la black box e 20 per la fornitura del servizio annuale).

Area B, quando non funzionano le deroghe di Move-In

Il dispositivo Move-In può essere utilizzato dai cittadini che hanno veicoli soggetti a limitazioni della circolazione che in questo modo ottengono una deroga chilometrica ai divieti vigenti.

Per aderire a Move-In è necessario acquistare e installare sul veicolo una scatola nera – la cosiddetta “black box” – che rileverà i km fatti. Di conseguenza il veicolo non sarà più soggetto ai blocchi orari e giornalieri vigenti, ma sarà monitorato attraverso il conteggio totale dei km percorsi in qualsiasi fascia oraria e dentro un tetto massimo di km all’anno (2 mila) stabilito in base alla tipologia e alla classe ambientale del veicolo.

Le deroghe di Move-In non funzionano quando vengono introdotti da Regione Lombardia le limitazioni alla circolazione in virtù della qualità dell’aria.

Aderire a Move-In implica rinunciare alle altre deroghe per Area B, come ad esempio quella dei 50 giorni di accessi, i quali hanno durata di un anno. Dopo il primo anno di divieti, gli accessi diventano di 25 giorni per i residenti a Milano e per le imprese aventi sede a Milano.

LEGGI ANCHE: A Milano potrebbero tornare le domeniche a piedi: l’ipotesi

Leggi anche

Contentsads.com