×

Commessa aggredita e picchiata selvaggiamente a Milano: arrestato il ladro

La store manager, dopo aver sorpreso il ladro nel tentativo di rubare, è stata colpita al volto

Ladro ruba pantaloncini e picchia selvaggiamente la commessa: arrestato

Sabato 21 maggio Francesca Mattiucci era al lavoro insieme ad altri sei colleghi.

Commessa aggredita: la vicenda

Sembrava una mattina come tutte le altre per Francesca, impegnata nella sistemazione degli ordini e nell’assistenza della clientela nelle scelte di acquisto.

La solita routine. Fino a quando la trentenne, store manager di un noto negozio di sneakers in corso Buenos Aires a Milano, si rende conto che un ragazzo sta cercando di rubare un paio di pantaloncini. Il giovane viene sorpreso mentre cerca di tagliare le placche anti taccheggio con delle cesoie. Francesca, immediatamente, minaccia di chiamare la polizia e il ladro perde la testa.

Commessa aggredita: “Avevo paura di morire”

Erano le 10:30 quando inizia a spingerla fuori dal negozio, per strada. La scaraventa per terra, sferrandole violenti calci alla testa e al volto. La ragazza, nel podcast “Le storie degli altri” di Carmelo Abbate, racconta: “Ho sbattuto la testa sul marciapiede. Non ho fatto in tempo a reagire che era già sopra di me. Vedevo le sue scarpe davanti alla mia faccia, sentivo un dolore atroce. Continuava a prendermi a calci, avevo paura di morire”.

Francesca è stata picchiata selvaggiamente sotto gli occhi dei colleghi, dei passanti e del suo fidanzato, il quale stava passando a salutarla in negozio. Invano il tentativo di inseguimento: il ladro è fuggito in fretta e furia.

Commessa aggredita: le sue condizioni di salute

L’aggressore, un gambiano di 34 anni con precedenti per aggressione, furto e stupro, è stato preso e arrestato per rapina impropria dalla polizia. Francesca, invece, ha riportato un trauma cranico, una forte commozione cerebrale e naso, polso, zigomo e coccige rotti.

A distanza di una decina di giorni è tornata a camminare, ma lo shock è ancora forte, impossibile da superare. “Il ladro è stato catturato, ma non mi sento tranquilla. Il dolore fisico passerà, ma adesso ho paura“. E si domanda: “Perché una persona con tutti quei precedenti era libera?”. Nel frattempo, ha pubblicato un post su Instagram nel quale mostra il suo volto, accompagnato da una frase di speranza: “Non abbiate timore di mostrare la realtà sui social. Cammino a malapena, non riesco a guardarmi allo specchio, ma sono talmente circondata d’amore che mi sento meravigliosa ogni giorno di più”.

LEGGI ANCHE: Aggressioni in metro, controllori Atm a rischio: “Il clima è terribile”

Leggi anche

Contents.media