×

Il pass sosta di carta per i residenti va in pensione: per i controlli verrà letta la targa

Dal 4 maggio il pass sosta per i residenti diventa digitale: in arrivo procedure semplificate per ottenere i permessi

Addio al pass sosta di carta per i residenti: dal 4 maggio diventa digitale

A partire da mercoledì 4 maggio, a Milano, i contrassegni per la sosta cartacei spariranno: per verificare l’idoneità di parcheggio, gli addetti della Polizia locale o degli ausiliari del traffico leggeranno la targa della macchina.

Pass sosta: la procedura per i residenti

Per ottenere il permesso basterà richiedere il pass online. I residenti potranno chiedere un permesso anche i per mezzi non di proprietà, come quelli in leasing o in comodato d’uso. Dal 4 maggio sarà possibile effettuare la richiesta sul sito del Comune ottenendo già al momento della domanda un permesso attivo grazie all’autocertificazione.

Pass sosta: cosa possono fare i non residenti?

Procedure semplificate anche per i non residenti: il loro pass verrà attivato automaticamente dopo il pagamento sulla piattaforma digitale PagoPA.

Ottenere il pass sarà decisamente più semplice, anche in vista della scadenza di circa 30mila permessi che erano stati prorogati per l’emergenza sanitaria fino al 29 giugno 2022.

Pass sosta: l’InfoPoint

Il sito del Comune si trasforma nel canale principale da utilizzare per chiedere un pass a cui potranno accedere anche i cittadini milanesi che hanno lo SPID o la Carta d’Identità Elettronica (CIE). Sarà comunque possibile fissare un appuntamento e presentarsi all’InfoPoint Area B e C in piazza Duomo.

LEGGI ANCHE: Incidente in via Solari, traffico in tilt: scontro tra un tram e un furgone

Leggi anche

Contents.media